FANDOM


"Sono Ade dio dei morti, ciao come andiamo?" (Ade)

Ade

Ade

Ade (Hades) è l'antagonista principale del film della Disney Hercules. È basato sulla figura mitologica del dio omonimo, appartenente alla mitologia greca e Signore dell'Oltretomba.

Il personaggio Modifica

Ade, come molti personaggi della Disney, è preso da una figura realmente esistente, ovvero quella della divinità dell'oltretomba della mitologia greca. Tuttavia il personaggio disneyano si discosta molto dall'originale, e infatti invece che essere un tipo serio, malinconico e isolato dal mondo umano con la moglie Persefone nel regno dei morti è invece una figura sarcastica, astuta e istrionica, anche se irascibile. Ade nutre un profondo astio verso il fratello Zeus, che lo ha messo a capo del regno dei morti, costringendolo a svolgere un lavoro a tempo pieno mentre le altre divinità possono spassarsela. Progetta quindi la sua scalata alla conquista del monte olimpo, che sarà resa possibile dalla scarcerazione dei titani che Zeus aveva rinchiuso tempo a dietro, ma i suoi progetti saranno ostacolati dal nipote Ercole. Viene sostenuto nei suoi piani dalle Parche e dai demoni lacchè Pena e Panico. Analogamente ad altri cattivi Disney, Ade si è guadagnato la simpatia del pubblico in quanto suscita molta ilarità.

Biografia Modifica

Ade appare durante i festeggiamenti per la nascita del piccolo Ercole, dove capisce che con la nascita del piccolo esso rischia di perdere definitivamente la possibilità di diventare re degli dei. Perciò, andandosene dalla festa, si ritira nell'Oltretomba per chiedere aiuto alle Parche, le dee custodi dei fili della vita e degli eventi passati, presenti e futuri. Dopo un iniziale rifiuto, accettano di aiutarlo e gli rivelano che un giorno, dopo esattamente diciotto anni, il fratello sarebbe caduto e lui lo avrebbe rimpiazzato; ma Atropo lo avverte per un fattore inaspettato: se Ercole avesse combattuto, per lui non ci sarebbero state speranze. Perciò, mirando al nipote, decide di mandare i suoi due demonietti, Pena e Panico, a rapire il bambino e a somministrargli una pozione che lo avrebbe reso mortale. I due riescono a rapirlo e fargli bere il liquido, ma spaventati da due esseri umani in arrivo, non riescono a dargli l'ultima goccia, permettendo all'ora semi-dio di non perdere la sua forza sovrumana, con la quale scaglia lontano i due demoni che tentano di ucciderlo, e così decidono di mentire ad Ade riguardo all'esito della missione per non incombere nelle sue ire.

Anni dopo, poco prima che la profezia si avveri, Ercole, venuto a conoscenza delle sue vere origini si dirigie insieme al cavallo pegaso dal satiro Filottete, per diventare un vero eroe e riacquistare il diritto a vivere nell'olimpo, intanto Ade, all'oscuro dei fatti, ha alle sue dipendenze Megara, una ragazza che, per salvare la vita del suo fidanzato, vendette l'anima al dio, ma purtroppo il suo ragazzo la tradì così che ella fu costretta a rimanere sua schiava. La giovane ragazza, viene salvata da Ercole dalle grinfie di un centauro, e dopo essersi allontanata si incontra con Ade, al quale riferisce di essere stata salvata da un giovane di nome Ercole. Scoprendo che il nipote è vivo Ade, dopo aver sfogato la sua rabbia su Pena e Panico, decide di sfruttare il fatto che il nipote sia diventato un mortale per ucciderlo prima che rovini i suoi piani. Inizialmente attira l'eroe tramite Pena, Panico e Megara verso la tana dell'idra, che ingaggia col giovane un duro scontro al termine del quale Ercole esce vincitore guadagnandosi la fiducia e l'ammirazione dei Tebani che lo acclamano come il loro nuovo eroe.

Ade gli scaglia contro tutti i mostri a sua disposizione che tuttavia vengono puntualmente sconfitti, accrescendo sempre di più la fama di Ercole. Rodendo di collera, Ade manda Megara a sedurre il ragazzo per individuare il suo punto debole, ma purtroppo i due dopo una serata romantica, si innamorano e Megara, sicura dell'affetto di Ercole, si rifiuta di aiutare Ade a fargli del male. Il dio dell'oltretomba però capisce astutamente che il punto debole di Ercole è proprio Megara e quindi la prende come ostaggio, facendo un contratto con Ercole nel quale in cambio della liberazione di Megara, l'eroe gli avrebbe concesso la sua forza per un giorno, a patto però che la ragazza non si sarebbe fatta alcun male durante l'assalto dei titani, che era ormai incombente.

Ade libera così i titani dalla loro prigione subacquea, iniziando l'assalto al monte olimpo, e per assicurarsi che Ercole non intervenga manda uno dei titani, il ciclope, a eliminarlo. Zeus mobilita tutti gli dei per combattere i titani, ma i poteri delle divinità non riescono a contrastarli, e finiscono così incatenati, mentre Zeus viene sigillato in un blocco di roccia da due dei titani sotto lo sguardo compiaciuto di Ade. Ercole nonostante la mancanza della sua forza fisica, incoraggiato da Filottete e Megara, riesce a battere il ciclope, che nella sua caduta fa oscillare una colonna che rischia di schiacciare Ercole, ma Megara si sacrifica al posto suo, facendo rompere il patto con Ade e restituendo i poteri ad Ercole. Proprio quando Ade sta per festeggiare la sua vittoria, Ercole giunge sull'olimpo, liberando Zeus e gli dei e sconfiggendo i titani: la profezia si avvera. Infuriato per la sconfitta, Ade si dirige nell'oltretomba e raggiunto da Ercole, viene costretto a mostrare il luogo dove l'anima della ragazza sarebbe dovuto stare eternamente: il "Fiume della Morte". Ercole decide di offrirsi in cambio di Megara, e Ade approfittando dell'occasione di liberarsi finalmente dell'odiato nipote, accetta a patto che sia però Ercole ad immergersi e recuperare l'anima (accennandogli solo dopo che il fiume lo avrebbe ucciso prima che fosse arrivato a lei). Ercole tuttavia grazie al suo sacrificio, ridiventa un dio e riesce a risalire il fiume della morte con l'anima della sua amata, dopodiché scaglia Ade con un potente pugno nel fiume, dove viene trascinato sul fondo da delle anime vendicative (sotto lo sguardo non troppo dispiaciuto di Pena e Panico), rimanendo imprigionato per sempre. Alla fine dei titoli di coda si può udire la sua voce lamentosa.

Personalità Modifica

Come altri cattivi Disney, Ade dimostra di essere un ottimo oratore e un eccellente ingannatore: è un dio irascibile, scaltro, astuto e molto abile nel tessere piani e convincere le persone a fare il suo volere tramite frasi lunghe ma veloci, elaborate e convincenti. È un chiacchierone, un uomo d'affari e, occasionalmente, un adulatore. Odia il fratello Zeus, il quale gli ha rifilato l'incarico di dio della morte, che Ade non gradisce poiché è un lavoro a tempo pieno, mentre tutti gli altri dei possono spassarsela sull'Olimpo. La rivalità con il fratello lo avvicina a un altro grande cattivo Disney: Scar de Il re leone. Tende a perdere la pazienza facilmente e a lasciarsi andare a violenti accessi di rabbia, salvo poi tornare calmo e composto.

Poteri e abilità Modifica

Una caratteristica di Ade che salta subito all'occhio è la pirocinesi: proprio come Malefica riesce a controllare perfettamente il fuoco, infatti è sempre avvolto da fiamme blu, che diventano rosse quando si arrabbia. Può usarle anche in battaglia sotto forma di raggi e palle di fuoco, oppure provocando un'immensa esplosione inceneritrice, come fa quando Pena e Panico lo fanno arrabbiare. Oltre a questo, essendo il dio della morte, ha totale controllo su coloro che sono morti: può resuscitarli come può annullare tale resurrezione (come dimostrato nell'episodio in cui incontra Jafar). Può teletrasportarsi, rendersi intangibile (quando Ercole si accorge che Meg è nelle sue mani lo carica ma gli passa attraverso), può creare cose dal nulla (un trono, un bicchiere o un carro volante trainato da una bestia alata), creare catene imprigionanti e sia nella serie Tv che in House of Mouse dimostra di essere in grado di cambiare le proprie sostanze esterne (i vestiti) a piacimento. Sempre nella serie animata, dimostra di possedere una vasta gamma di poteri magici quali ridurre una persona (Icaro) in uno stato di limbo tra la vita e la morte con un gesto, conferire ad Achille un valore e un talento superiore a quello di Ercole stesso (inoltre cura le ferite dell'ex-eroe ed elimina il suo storico punto debole), trasformare un magico gallo (in realtà un dio sotto maledizione) in una pizza ecc. Possiede anche una pozione che tramuta gli dei che la bevano in mortali. Essendo un dio, Ade è immortale. Il suo status divino lo rende uno dei più potenti, se non il più potente, tra i cattivi Disney di tutti i tempi: nell'episodio in cui si incontrano, Ade appare più potente di Jafar, in quanto l'ex-visir dimostra di avere paura dei suoi scatti d'ira e, in Kingdom Hearts 2, il dio della morte dimostra di non temere per niente né di avere alcuna considerazione dell'alleanza Gambadilegno-Malefica. Sempre in Kingdom Hearts 2, Ade dimostra di possedere altri poteri oscuri: quando il trio dei protagonisti lo attacca per la prima volta, Ade priva questi dei loro poteri poiché si trovano nel suo regno (tale potere non affligge solo gli dei o coloro che sono protetti da essi, infatti Sora e i suoi amici si immunnizzerrano usando un artefatto magico dell'Olimpo) e di poter controllare gli altri tramite statuette di sua creazione in stile voodoo. Inoltre, nel gioco si nota che quando Ade cambia colore delle fiamme e del corpo quando si arrabbia, anche il suo livello di potere cambia, infatti mentre è in tale forma non può essere ferito in alcun modo (nemmeno dallo stesso Ercole in versione divina, che combatteva insieme ai protagonisti).

La saga di Kingdom Hearts Modifica

Kingdom Hearts Modifica

In questo capitolo, Ade, il malvagio dio dell'Oltretomba, fa parte del complotto per impadronirsi dei mondi grazie agli Heartless. Convince Cloud con una falsa promessa a partecipare al torneo per sconfiggere Hercules. Cloud combatte contro Sora e nel frattempo Ade fa entrare in scena Cerbero, il cane a tre teste a guardia degli inferi. Hercules salva Cloud e stanca Cerbero, che in seguito viene battuto da Sora, Paperino e Pippo. Malefica schernisce Ade dopo il suo fallimento. Ade decide di partecipare al torneo ma viene sconfitto. Manda così il titano della roccia e il titano del ghiaccio (in due tornei differenti) per battere Sora ma senza riuscirci.

Kingdom Hearts: Chain of Memories Modifica

Ade è solo un'immagine evocata dai ricordi di Sora. Promette a Cloud di fargli recuperare la memoria se avesse sconfitto Hercules in combattimento. Cloud non ci riesce e si intromette Ade, ma grazie a Sora, Paperino e Pippo, viene sconfitto.

Kingdom Hearts II Modifica

1° visita: In questo gioco Ade cerca di convincere Auron ad uccidere Hercules ma Sora interviene prima che riesca a convincerlo. Sora e Auron riescono a scappare e Ade decide di imprigionare Megara negli inferi per attirare Hercules. Sora, Paperino e Pippo liberano Megara, e con l'aiuto di Hercules battono facilmente l'infido Pietro Gambadilegno che è stato mandato dalla perfida strega Malefica per sostenere Ade. Tutto si rivela essere un diversivo di Ade per permettere a Idra di distruggere il Colosseo. Il trio affronta il mostro a più teste, che verrà sconfitto.

2° visita: Ade apre "l'Inferodromo" (un Colosseo dell'aldilà) sperando di sconfiggere Hercules grazie ad Auron. Infatti il dio malvagio è riuscito a dominarlo grazie ad una statuetta stregata con le sembianze di Auron. Hercules ed Auron si affrontano, ma Sora riesce a prendere e distruggere la statuetta liberando Auron dall'incantesimo. Ade imprigiona Megara nel "fiume dei morti" ed Hercules si butta nel baratro per liberarla. Il dio sta quindi per distruggere Sora e gli altri, ma Hercules, tornato dio, glielo impedisce. Dopo lo scontro finale Ade indietreggia troppo cadendo nel fiume, dove rimarrà intrappolato.

Kingdom Hearts Birth by Sleep Modifica

In questo prequel (pubblicato dopo Kingdom Hearts II) Ade è impegnato a trovare guerrieri che possano battere Zeus, non essendo a conoscenza del fatto che Hercules è vivo e si allena con Filottete per diventare un Eroe:

La storia di Terra: Terra giunge al Colosseo dopo aver aiutato Hercules a battere i Nesciens, e quest'ultimo gli chiede se ha intenzione di partecipare ai giochi, e gli indica la strada per il Colosseo. All'entrata Terra trova Ade e il potente Dio si avvicina a lui dicendogli che non deve eliminare l'oscurità che c'e in lui ma dovrebbe imparare a controllarla (molto probabilmente è stato il Maestro Xehanort a riferigli dell'oscurità nel cuore di Terra), e così riesce a farlo partecipare ai giochi. Durante i giochi Ade volta le spalle a Terra e decide di controllare Zack Fair e di far combattere l'uno contro l'altro. Terra vince lo scontro, e Ade dopo aver assistito al duello afferma 'ho scommesso sul cavallo sbagliato, e quel ragazzo non ha ciò che serve per governare l'oscurità', e si allontana.

La storia di Aqua: In seguito anche Aqua partecipa ai giochi su consiglio di Filottete: credendo di poter trovare Terra in finale la ragazza batte tutti gli avversari, e dopo aver affrontato la semifinale contro Zack Fair, appare Ade dicendo che sarà lui l'ultimo guerriero da battere. Ade dice a Aqua che Terra e debole e de un codardo, ma la ragazza si infuria e le dice che Terra non cederebbe mai all'oscurità. Inizia lo scontro tra Aqua e Ade, e a sostenere il potente Dio c'e il titano del ghiaccio, vedendo ciò, Zack decide di intervenire per aiutare Aqua che rifiuta e affronta da sola l'incontro.La maestra Aqua ha la meglio sui due, e Ade infuriato scompare dal Colosseo.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.