FANDOM


“ SÌ! Sono invincibile! “

~ La linea più famosa di Boris Grishenko e le ultime parole.

BorisG

Boris Grishenko è l'antagonista quaternario del film di Bond e il gioco N64 Goldeneye, dopo che l' antagonista secondario generale del film è stato sconfitto. È un mago del computer, anche in grado di hackerare il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti. Usa anche le sue abilità per hackerare nel computer dei suoi colleghi, infastidendoli con i termini volgari a cui cambia le loro password. Ha dimostrato di essere piuttosto banale e spesso visualizza immagini inappropriate sul computer di Simonova, facendole chiedere la password per cancellarla costantemente. È interpretato da Alan Cumming che ha anche interpretato Fegan Floop .

StoriaModifica

Ha iniziato a lavorare per il sindacato criminale Janus , rivelando così la posizione del bunker russo dove si trova il controller per l'arma satellitare GoldenEye EMP. Pochi istanti prima dell'attacco alla sua base, si infiltra nel Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti, che impressiona persino Natalya Simonova. Le rivela che ha scritto un virus che disattiva la sicurezza di chiunque tenti di rintracciarlo virtualmente. Dopo aver lasciato un messaggio offensivo sul sito dell'FBI, Boris esce dal bunker sostenendo che si sta prendendo una pausa per fumare. Una volta fuori, l'elicottero del generale Ourumov atterra vicino a lui. Ourumov e il suo socio entrano nel bunker. Dopo aver ordinato una dimostrazione del satellite satelite GoldenEye, affermando che si tratta semplicemente di un esercizio, Ourumov e Onatop iniziano a sparare sul bunker e uccidere soldati e tecnici. Gli unici sopravvissuti sono Boris, che come complice non era dentro il bunker, e Simonova che è riuscita a nascondersi.

In seguito, Ourumov riferisce al ministro della Difesa russo, facendo passare Grishenko come un fortunato sopravvissuto. Natalya contatta infine Grishenko via internet, credendo che sia un amico. Dopo aver detto che Ourumov ha sparato a tutti al bunker, Boris le dice di incontrarlo in una chiesa vicina e di non fidarsi di nessuno. In chiesa, Boris e Onatop catturano Natalya.

Dopo aver salvato Natalya e ucciso Onatop, Bond non sa come localizzare la base di Alec. Accedendo al computer all'interno del treno Natalya riesce a penetrare all'interno della rete di Boris. Sebbene Boris cerchi di strappare i suoi server, Natalia scopre che la base è a Cuba.

Alla base, Alec dice a Boris di sollevare la base dal lago. Boris afferma di non essere pronto ma Alec lo esorta a farlo. Dopo che la base è emersa, Alec consegna Boris the GoldenEye, minacciando intimidamente a Boris che è meglio che funzioni. Mentre Boris fa gli ultimi preparativi, Alex riceve un tablet da uno dei suoi scagnozzi e guarda il filmato di Bond e Natalya che si intrufola nella base. Manda i suoi uomini a trattare con Bond e ordina a Boris di fare in modo che il satellite GoldenEye sia bersaglio per Londra. Alla fine, Bond e Natalya vengono catturati e portati davanti ad Alec. Boris è felice di vedere Natalya, ma lei lo insegue con rabbia, attaccandolo finché non viene trattenuto dalle guardie. A quel punto Bond vede Boris abituarsi a girare una penna quando è nervoso.

Alec quindi rimanda Boris al suo computer per verificare se Natalya abbia fatto del male all'hacking prima di essere catturata. Boris si vanta che Natalya non ha le sue capacità e non sarebbe in grado di hackerare il GoldenEye ma si dimostra bugiardo quando scatta un allarme, affermando che GoldenEye sta per rientrare nell'atmosfera terrestre che farebbe innescare il satellite e esplodere. Boris cerca di entrare nel sistema, facendo a malapena clic sulla penna. All'insaputa di Boris Bond aveva scambiato la penna di Boris con quella esplosiva e così Boris accidentalmente arma la penna. Bond percepisce un'opportunità e butta giù Boris. Boris lascia cadere la penna vicino al contenitore della benzina, facendolo esplodere. Alimentato dalla benzina e dalla carica esplosiva di Bond impostata in precedenza, l'esplosione distrugge quasi l'intera sala di controllo. Tuttavia, l'equipaggiamento del computer di Boris sopravvive. Alec invia una guardia per uccidere Boris se non riesce a criptare il codice di Natalya e poi si mette in viaggio per dare la caccia a Bond.

Alla fine, Boris riesce a penetrare nel sistema e resettare l'antenna. Tuttavia, Bond, che nel frattempo ha raggiunto l'antenna, disabilita il meccanismo, causando gravi danni al sistema. Questo alla fine si traduce in una gigantesca esplosione che distrugge il resto della base. Miracolosamente, Boris sopravvive. Emergendo dalle rovine, esclama ad alta voce che è invincibile. Nello stesso momento, i contenitori dietro di lui che contengono azoto liquido esplodono, coprendo e congelando Boris.

GalleryModifica

banalitàModifica

  • Nonostante Xenia Onatopp sia l'antagonista secondario generale, dopo che lei e Ourumov sono stati sconfitti Boris riempie la posizione, ma solo durante l'atto finale.