FANDOM


“ Sono diventato più potente di qualsiasi Jedi. Anche tu. “

~ Conte Dooku per il Maestro Yoda in Attack of the Clones , poco prima del duello con la spada laser.

“ Sento una grande paura in te, Skywalker! Hai odio! Hai rabbia! Ma tu non li usi! “

~ Conta le ultime parole di Dooku su Anakin Skywalker in La vendetta dei Sith , poco prima della sua morte.

Count-dooku

Il conte Dooku , noto anche come Darth Tyranus e talvolta chiamato Lord Tyranus , è un potente Signore dei Sith e Capo dello Stato della Confederazione dei Sistemi Indipendenti e uno degli antagonisti secondari della trilogia del prequel di Star Wars . È apparso come il principale antagonista di Episodio II: L'attacco dei cloni, il film d'animazione Clone Wars e l'antagonista quaternario di Episodio III: La vendetta dei Sith . Lui e il suo padrone, Darth Sidious , danno ordini a ufficiali e comandanti della Confederazione , incluso il generale Grievous . Dooku possiede anche un apprendista di Dark Jedi, Asajj Ventress . Dooku è un avversario impegnativo nella spada laser che maneggia, e di solito ha il sopravvento grazie alle sue tecniche di combattimento uniche e molti anni di esperienza. Tuttavia, è stato ucciso in Star Wars Episodio III: La vendetta dei Sith di Anakin Skywalker, l'apprendista diventato nemico di Obi-Wan Kenobi. Fu interpretato dal defunto attore leggendario, Sir Christopher Lee , che interpretò anche Saruman , Francisco Scaramanga , Haggard e soprattutto il più noto per il Conte Dracula .

Primi anni di vitaModifica

Dooku un tempo era uno Jedi, e aveva un apprendista Jedi, Qui-Gon Jinn e un altro di nome Komari Vosa. Qui-Gon era il maestro di Obi-Wan Kenobi. Una volta che Dooku si rivolse al lato oscuro, non riuscì a tornare indietro e rapidamente ottenne il potere sia dall'autorità che dalla conoscenza del lato oscuro della Forza. Dooku divenne uno dei Venti Venti, venti Jedi che volontariamente lasciarono l'ordine. Dooku lasciò l'Ordine Jedi dopo aver assistito alla corruzione nel Senato Galattico e alla morte di Qui-Gon Jinn.

Star Wars Episodio II: L'attacco dei cloniModifica

In L'attacco dei cloni, Dooku è il principale antagonista e Big Bad. Dopo essersi rivolto al lato oscuro, Dooku incontrò Nute Gunray e altri leader Separatisti e formò i Separatisti. Successivamente, Dooku e il Consiglio Separatista si stazionarono sul pianeta Geonosis, dove costruirono una fabbrica di droidi e iniziarono a produrre Droidi da Battaglia per prepararsi alla guerra nella Repubblica Galattica. Nel frattempo, Dooku ingaggiò il cacciatore di taglie Jango Fett per assassinare il senatore Padme Amidala. Dooku catturò anche Obi-Wan Kenobi quando il consiglio Jedi lo mandò a indagare sulla fabbrica di droidi, ma non prima di trasmettere informazioni al suo padwan Anakin Skywalker della minaccia.

Alla fine, Anakin e Amidala arrivarono su Geonosis per salvare Obi-Wan, ma furono anche catturati e condannati per essere giustiziati nell'arena insieme a Obi-Wan. Prima che potessero essere giustiziati da bestie gigantesche, tuttavia, il maestro Jedi Mace Windu e un gruppo di Jedi arrivarono e li salvarono e combatterono contro i droidi e le bestie e alla fine uccisero le bestie, Dooku divenne ancora più inorridito quando assisterà alla uccisione di Windu jango. Yoda arrivò quindi con l'esercito clone della Repubblica per combattere i droidi per la prima volta mentre il Consiglio Separatista fuggiva dal pianeta.

Dopo che gli Jedi e le loro truppe di cloni sono usciti vittoriosi sui droidi e Windu ha ucciso Jango, Dooku è fuggito su una moto più veloce, ma è stato inseguito da Repubblica Gunships nella sua tana vicino alla fabbrica distrutta, dove ha affrontato Obi-Wan e Anakin in un duello con la spada laser . Nonostante i migliori sforzi del duo, Dooku ha sopraffatto e sconfitto Obi-Wan e ha reciso il braccio destro di Anakin. Yoda arrivò e affrontò Dooku. Yoda e Dooku hanno combattuto con la Forza, ma Yoda ha battuto Dooku con qualsiasi cosa il Conte potesse lanciargli contro. Dooku poi cercò di uccidere Yoda con la sua spada laser, ma Yoda lo sopraffece senza sforzo finché non furono equamente abbinati e Dooku spostò uno dei pilastri che sostenevano la sua camera e fece la sua fuga, lasciando i tre Jedi a morire. Yoda è stato in grado di salvare Obi-Wan e Anakin dall'essere schiacciato con la forza spingendo via il pilastro, ma Dooku è sfuggito a Geonosis nel suo Solar Sailer.

Dopo essere fuggito dalla battaglia, Dooku stabilì il suo corso per Coruscant, atterrando inosservato sulla capitale della Repubblica con il suo veliero solare. Arrivato nella parte industriale del pianeta chiamata The Works, Tyranus ha incontrato il suo Maestro all'interno del LiMerge Building e lo ha informato che gli eventi stavano andando avanti e che la guerra pianificata da tempo era iniziata. Darth Sidious era soddisfatto di ciò che il suo apprendista aveva realizzato e che le cose andavano secondo il suo piano.

Star Wars: The Clone WarsModifica

Ancora una volta, in Star Wars: The Clone Wars , Dooku è il principale antagonista, questa volta insieme a Darth Sidious.

Ad un certo punto durante le Guerre dei Cloni, Dooku ordinò il rapimento del figlio di Jabba the Hutt Rotta sul pianeta Tatooine eseguito dal suo assassino Asajj Ventress e Ziro the Hutt , lo zio di Jabba, nel tentativo di incastrare gli Jedi e stringere un'alleanza con gli hutts. Il tentativo ebbe successo e Dooku arrivò su Tatooine per mentire a Jabba a proposito dei Jedi che rapivano suo figlio. Tuttavia, Anakin, ora un cavaliere Jedi con un braccio destro cibernetico, e il suo padwan, Ahsoka Tano, furono in grado di salvare Rotta e sfuggire a Teth mentre Obi-Wan rimase indietro e sconfisse Ventress. Dooku venne in seguito informato che Anakin e Ahsoka si stavano dirigendo verso Tatooine con Rotta e ordinarono ai suoi magnaguard di abbattere la loro nave.

Dopo aver abbattuto con successo la loro nave, Dooku andò a confrontarsi con Anakin mentre i suoi magnaguards combattevano contro Ahsoka. Quando Dooku trovò Anakin, ordinò all'eroe di arrendersi a Rotta o morire, ma Anakin rivelò che Rotta era con Ahsoka, scatenando un duello tra i due. Durante il combattimento, Dooku rivelò ad Anakin del conflitto di Ahsoka con i magnaguard. In risposta, Anakin ha buttato Dooku sulla sabbia e ha rubato la sua bici da speeder per salvare Ahsoka. Dopo aver distrutto i droidi, Anakin e Ahsoka restituirono Rotta a Jabba e dissero la verità su Dooku e Jabba alleati con la Repubblica come ringraziamenti, sventando lo schema di Dooku. Tuttavia, Dooku è fuggito da Tatooine, mentre Anakin ha restituito Rotta a suo padre e Ziro è stato arrestato. Più tardi, Dooku mandò Ventress a Toydaria nella speranza di allearsi con i Separatisti Re Kantuunko. Quando Kantuunko decise di unirsi alla Repubblica, Dooku ordinò a Ventress di uccidere il re, ma fu sventato da Yoda e Ventress fuggì da Toydaria.

Successivamente, Dooku aiutò il suo servo della mano destra del cyborg Generale Grievous a bordo della sua nave da guerra Malevolence, che possedeva un potente cannone a ioni capace di distruggere intere flotte della Repubblica. Col passare del tempo, Grievous distrusse molte flotte della Repubblica e molte navi da guerra, in particolare il Trionfante durante la battaglia di Abregado che aveva impressionato Dooku. Più tardi, Dooku ordinò a Grievous di attaccare una stazione medica della Repubblica nella Nebulosa di Kaliida. Grievous attaccò, ma durante la battaglia, il cannone ionico fu gravemente danneggiato proprio mentre i rinforzi della Repubblica arrivavano per distruggere la Malevolenza. Dooku informò Grievous tramite ologramma che il senatore Amidala si stava dirigendo verso il settore e se Grievous poteva catturarla, i cloni avrebbero dovuto ritirarsi, dando abbastanza tempo alla fuga della Malevolenza.

Grievous catturò il senatore, ma un'invasione Jedi costrinse Grievous a fuggire. La Malevolenza fu distrutta quando si schiantò contro una luna vicina, ma Grievous fuggì nel suo caccia stellare, e Amidala fu salvata da Anakin, con grande frustrazione di Dooku. Più tardi, Dooku fu informato della cattura del viceré Nute Gunray sul pianeta Rodia. In risposta, Dooku inviò Ventress per attaccare la Tranquility, che era la nave su cui Gunray era incarcerato e che si stava dirigendo verso Coruscant, e soccorse Gunray.

Quando Ventress e un gruppo di droidi da battaglia si sono infiltrati nella Tranquility e hanno combattuto contro la nave Jara Luminara Unduli e panawan Ahsoka Tano di Anakin, Dooku ha inviato un segnale al commando del senato Faro Argyus, che ha corrotto, per liberare Gunray. Ventress riuscì a sfuggire agli Jedi e fuggì con Gunray e Argyus.

Dopo la loro fuga, Argyus fu ucciso da Ventress quando cercò di screditarla. Più tardi, Dooku contattò Grievous, chiedendo più Jedi e cloni morti. Per organizzare un test per il suo secondo in comando, Dooku usò un faro per rintracciare la repubblica per ingannare i Jedi nel pensare che Gunray fosse sulla terza luna di Vassek e li prestasse nella fortezza di Grievous. Jedi Kit Fisto e Nadhar Vebb intercettarono il segnale e si diressero verso Vassek con un piccolo gruppo di cloni e si fecero strada nella fortezza. Quando hanno capito che Gunray non c'era, Dooku è apparso alla squadra di ricerca tramite ologramma e ha offerto loro un "premio alternativo". Più tardi, Dooku contattò nuovamente Grievous e Grievous lo informò che uccideva tutti i cloni e Vebb, ma Fisto lo sconfisse e fuggì a Coruscant, a cui Dooku rispose che c'era "margine di miglioramento". Più tardi, la Repubblica rintracciò Dooku e Anakin e Obi-Wan si infiltrarono nella sua fregata e lo bloccarono mentre arrivavano le truppe della Repubblica, ma Dooku cadde attraverso un portello di fuga prima che Anakin potesse catturarlo. Anakin lo seguì attraverso il portello, ma Dooku lo rimandò con il suo fulmine. Quando Dooku raggiunse l'hangar, salì sul suo veliero solare e fuggì, ma fu perseguito da Anakin e Obi-Wan usando una nave Separatista rubata.

I Jedi aprirono il fuoco sul Conte e spararono a Dooku, costringendolo a schiantarsi sul pianeta Vanqor. Dooku attaccò un segnale di inseguimento alla sua nave e fuggì nelle caverne proprio mentre Anakin e Obi-Wan atterrarono sulla superficie per catturarlo. Anakin distrusse il faro e andò con Obi-Wan nelle caverne. Dooku ha causato un crollo con la forza che ha intrappolato lo Jedi e rubato la spada laser di Anakin. Dopo essere fuggito dalle grotte, Dooku incontrò una banda di pirati Weequay guidati da Hondo Ohnaka.

Dooku ha chiesto a Hondo di portarlo su un pianeta civilizzato. Hondo e la sua banda portarono Dooku con loro nel loro quartier generale sul pianeta Florrum. All'arrivo, i pirati catturarono Dooku e lo disarmarono. Più tardi, Hondo contattò il cancelliere Palpatine e lo informò della cattura di Dooku e lo teneva per un riscatto. Ha offerto 1.000.000 di crediti in spezie in cambio di Dooku. Palpatine mandò Anakin e Obi-Wan a Florrum per confermare che Dooku fosse effettivamente trattenuto dai pirati. Hanno trovato Dooku in una cella di detenzione che li ha avvertiti di non fidarsi dei pirati, ma non hanno ascoltato e sono stati catturati dai pirati che volevano triplicare la paga. Nel frattempo, il senatore Kharrus, il rappresentante Jar Jar Binks e un gruppo di cloni guidati dal comandante Stone arrivarono a Florrum per pagare i pirati. Dooku, Anakin e Obi-Wan sono fuggiti tre volte, ma sono stati riconquistati e imprigionati. Più tardi, Anakin e Obi-Wan furono portati a Hondo per tortura elettrica. Più tardi, durante un'interruzione di corrente causata da Jar Jar che si schiantò contro un carro armato in un campo di potere, Dooku uccise il pirata a guardia della sua cella e fuggì.

Dopo aver recuperato la sua spada laser, Dooku si diresse verso l'hangar e la forza soffocò a morte il secondo in comando di Hondo, Turk Falso, ma non prima di costringerlo a uccidere il suo compagno Barb Mentir con il suo blaster. Dooku poi rubò la loro nave e alla fine scappò da Florrum mentre Anakin e Obi-Wan furono salvati da Jar Jar e Stone. Più tardi, Dooku diede al generale Lok Durd il permesso di costruire l'arma chiamata Defoliante. Durd ha dimostrato le capacità del Defoliante: potrebbe incenerire la vita organica e lasciare incolumi i droidi da combattimento. Dooku è rimasto impressionato quando il primo test ha avuto successo, ma sapeva che Durd aveva creato il Defoliator solo per ottenere una promozione. Dooku quindi ordinò a Durd di usare il Defoliator sugli abitanti di Lurmen del pianeta isolato Maridun, in modo che potessero vedere come il Defoliator aveva fatto delle creature viventi. Sfortunatamente, il tentativo fallì quando un piccolo gruppo di cloni e Jedi difesero i Lurmen e Anakin distrusse il Defoliator e catturò Durd.

In seguito, il leader separatista Wat Tambor invase e prese con successo il controllo del pianeta Ryloth. Dooku diede a Tambor ordini severi per impedire alla Repubblica di interferire con il loro controllo. Tuttavia, la Repubblica arrivò e ruppe il blocco Separatista e procedette a schierare cloni e Jedi in superficie per liberare Ryloth dal controllo di Tambor. Dooku ordinò a Tambor di rubare ogni risorsa preziosa dalla capitale Lessu e fuggire da Ryloth prima che arrivasse la Repubblica. TA-175, il droide tattico di Tambor, rimasto in contatto con Dooku contro gli ordini di Tambor. Successivamente, i soldati cloni guidati dal generale Jedi Mace Windu e dai combattenti per la libertà Twi'lek guidati da Cham Syndulla attaccarono Lessu per catturare Tambor.

Tuttavia, sconosciuto a Tambor, Dooku progettò di bombardare Lessu se Tambor fosse fuggito o no e TA-175 tradì Tambor e fuggì nella nave di Tambor, lasciando indietro Tambor per essere catturato da Windu. Nel frattempo, il piano di Dooku di bombardare Lessu alla fine fallì quando Anakin e Ahsoka abbatterono gli attentatori prima che potessero lanciare le bombe. Successivamente, Dooku forgiò un'alleanza con un'organizzazione terroristica mandaloriana nota come Death Watch, guidata da Pre Vizsla , il cui obiettivo era quello di conquistare il pianeta Mandalore e sconfiggere il governo pacifista chiamato New Mandalorians, guidato dalla duchessa Satine Kryze. Dooku ha esortato Vizsla a dare alla Repubblica un motivo per mandare le prescrizioni militari a Mandalore, che secondo Dooku avrebbe ispirato la rivoluzione. Tuttavia, nonostante i molteplici tentativi di assassinio, Satine ha dimostrato il suo caso al Senato e li ha costretti a revocare l'occupazione di Mandalore, nonostante le azioni di un assassino inviato da Dooku e Vizsla per ucciderla.

Quando un Vizsla frustrato ha promesso di attaccare Mandalore, Dooku gli ha detto di tenere a bada il suo attacco, visto che probabilmente sarebbe finito a governare Mandalore per un giorno e che c'erano altri modi per raggiungere l'obiettivo di Death Watch di conquistare Mandalore. Più tardi, il Senato Galattico ha rifiutato di de-regolare le banche e i funzionari della Techno Union hanno contattato Dooku, suggerendo di portare la guerra alla porta di casa di Coruscant. In risposta, Dooku ordinò a Grievous di demolire i droidi sotto copertura a Coruscant per sabotare la capitale. Nel frattempo, sul pianeta Raxus, Dooku sostenne pubblicamente un trattato di pace tra la Repubblica ei Separatisti. Tuttavia, Dooku prevedeva ancora di prolungare la guerra. Il riuscito sabotaggio di Grievous di Coruscant prolungò i piani di Dooku. Dopo l'attacco, Dooku fu informato che la senatrice Mina Bonteri era stata responsabile del trattato di pace e ordinò ai suoi agenti di ucciderla, e in seguito Dooku contattò la Repubblica e mentì a loro su un attacco della Repubblica a Raxus per coprire la morte di Bonteri, ma fu soffiato dalle spie.

Più tardi, Dooku assunse due cacciatori di taglie, Robonino e Chata Hyoki, per uccidere i senatori che votavano contro il loro nuovo disegno di legge. Il duo è riuscito a ferire o uccidere venti senatori, ma sono stati arrestati dopo un tentativo di morte di Amidala e Bail Organa e il disegno di legge è stato posto il veto. Più tardi, nella sua tana sul pianeta Serreno, fu informato dal crescente potere del suo Maestro di Ventress e Dooku decise di eliminarla. Ordinò ai suoi droidi di distruggere la loro nave comando, dove Ventress stava combattendo contro Anakin e Obi-Wan. Anakin e Obi-Wan fuggirono mentre Ventress era apparentemente ucciso. Sconosciuto a Dooku, Ventress sopravvisse e fuggì sul pianeta Dathomir dove ottenne l'aiuto delle Sorelle della Notte . Più tardi, Ventress e due Nightsister diventarono invisibili e usarono le spade laser Jedi per tentare di assassinare Dooku, che li combatté. Alla fine Dooku sconfisse le Sorelle e usò il lampo della Forza per spedirli da una scogliera, che sopravvissero. Dooku riteneva che i Jedi fossero responsabili dell'attacco e contattò Mother Talzin che lo informò che avrebbe trovato un sostituto per Ventress. Più tardi, Dooku si recò a Dathomir per discutere con Talzin.

Ha menzionato Darth Maul , che Dooku sapeva essere morto su Naboo per mano di Obi-Wan. Più tardi, i Nightsister presentarono un Nightbrother con abilità Forza oscure potenziate chiamate Savage Opress a Dooku e portò Opress a Serreno come nuovo apprendista. A Serreno, Dooku diede a Opress il suo primo compito: attaccare un santuario sul pianeta Devaron, che eseguì con successo. Dopo aver informato Dooku del suo successo, Dooku si congratulò con lui e promise che un giorno avrebbero governato la galassia insieme. Dopo l'allenamento, Dooku mandò Opress a Toydaria per catturare il re Kantuunko. Nonostante la resistenza di Anakin e Obi-Wan, Opress catturò con successo il re, ma lo uccise in un tentativo di fuga. Quando Opress tornò a Dooku con il re defunto, Dooku scioccò Opress con fulmini, atroce Opress e provocò un combattimento.

Durante la battaglia, Ventress si rivelò a Dooku con sua grande sorpresa e si schierò con Opress contro Dooku. Nonostante i suoi migliori sforzi, Opress non poteva competere con il fulmine della forza di Dooku. Ventress ordinò ad Opress di continuare, ma rifiutò e attaccò Ventress, dando a Dooku il tempo di fuggire. Presto affrontò nuovamente Ventress, ma non riuscì a sconfiggerlo e fuggì in una capsula di salvataggio, ma non prima di aver accecato Dooku per il momento.

Più tardi, Dooku fu informato della cattura e della prigionia del generale Even Piell da parte dei Jedi in una prigione separatista chiamata Cittadella sul pianeta Lola Sayu e capì che aveva informazioni sulle rotte del Nexus che potevano cambiare le sorti della guerra. A causa di ciò, Dooku fece pressione sul sadico guardiano dell'Operatore Cittadino e Separatista, Osi Sobeck , per interrogare Piell ei suoi uomini sulle Rotte del Nexus. Più tardi, un gruppo di Jedi e cloni, guidati da Anakin, Ahsoka e Obi-Wan, si infiltrarono nella Cittadella congelata nella carbonite, ma la loro copertura fu bruciata quando uno dei cloni provocò accidentalmente un'elettro-mine e fu ucciso.

Nonostante i suoi migliori sforzi, lo Jedi evase le trappole di Sobeck e salvò con successo Piell e il suo ufficiale di marina Wilhuff Tarkin e molti altri. Dooku era furioso e contattò Sobeck e gli ordinò di riconquistare Piell ei suoi ufficiali di marina e catturare la squadra di salvataggio, ma Sobeck lo assicurò che tutto era sotto controllo e finì la trasmissione e procedette ad impedire che i Jedi fuggissero con Piell distruggendo una nave Separatista e ucciso un clone di nome Echo, ho sacrificato se stesso per distruggere i droidi, ma gli Jedi ei cloni sopravvissuti e gli ufficiali della marina sono fuggiti nelle caverne sottostanti per contattare la Repubblica per assistenza. Allo stesso tempo, Dooku tentò di contattare nuovamente Sobeck, ma Sobeck lo ignorò per interrompere la fuga del Jedi.

Alla fine, Dooku riuscì a contattare Sobeck, che informò il direttore dell'importanza della cattura dei Jedi, alla quale Sobeck aveva giurato di portare a termine, ma Dooku gli ricordò che le promesse di Sobeck di catturare i Jedi erano le uniche cose che lo tenevano in vita. Anche se Sobeck mandò Anoobas per seguire gli Jedi e uccise con successo Piell, Sobck alla fine non riuscì a impedire agli Jedi di scappare dalla Cittadella con le informazioni sul Nexus Route e fu ucciso da Ahsoka e gli Jedi, i cloni e gli ufficiali navali fuggiti. Successivamente, Dooku inviò l'agente separatista Riff Tamson per assassinare Yos Kolina, il re del pianeta Dac, per interrompere le tensioni tra le due specie native del pianeta: il Mon Calamari e il Quarren, che Tamson eseguì con successo e le relazioni tra le due razze diminuirono e il Quarren si allea con i Separatisti, mentre la Repubblica appoggiava il Mon Calamari e inviava un esercito di cloni e Jedi per placare le tensioni, ma Tamson attaccò il Mon Calamari su ordine di Dooku e tentò di uccidere il Principe Lee-Char, figlio del defunto Yos Kolina ma le forze della Repubblica lo hanno respinto e si sono ritirati.

Dooku contattò Tamson e gli ordinò di liberare le Hydroid Medusa sul Mon Calamari, che fece con successo e catturò molti Mon Calamari e cloni e ne uccise molti altri. Dopo questo, Dooku contattò Tamson e gli ordinò di uccidere Lee-Char. Tuttavia, la Repubblica distrusse la torre del segnale separatista e inviò un segnale di soccorso a Naboo e l'esercito di Gungan venne in loro aiuto, ma Tamson riuscì a catturare gli Jedi e la maggioranza dei Gungan, ma Lee-Char fu in grado di eluderlo con Ahsoka .

Più tardi, quando Dooku contattò Tamson e Nossor Ri, Ri contestò l'esito della sconfitta del Mon Calamari, ma Dooku rispose che Tamson aveva inviato le proprie truppe per aiutare. Tuttavia, Lee-Char fu in grado di liberare la sua gente ei cloni e il Jedi si liberò e Lee-Char convinse che i Quarren venivano usati dai Separatisti solo per raggiungere i loro obiettivi. Lee-Char ha poi affrontato Tamson e ha lanciato un coltello esplosivo contro Tamson, uccidendolo e sventando ancora una volta i Separatisti. Più tardi, Dooku si recò a Naboo. Mentre era lì, ordinò al suo agente, il ministro Rish Loo, di ipnotizzare il capo dei Gungan, Boss Lyonie, per radunare i gungani contro Naboo, ma fu sventato da Anakin e Lyoni che fu messo fuori combattimento mentre Rish fuggiva. Più tardi, Jar Jar Binks si è travestito mentre Lyonie ha messo l'attacco su Theed, la capitale di Naboo, in attesa e Rish è scappato su una moto da speeder inseguita da Anakin. Successivamente, Dooku fu informato della cattura di Grievous e progettò una trappola per Anakin e contattò Rish per attirare Anakin nella sua posizione.

Quando Rish condusse Anakin a Dooku, Dooku uccise Rish e combatté Anakin. Durante il combattimento, Dooku attivò MagnaGuards per aiutarlo. Anakin ha distrutto i Magnaguard, ma Dooku ha sconfitto l'eroe e lo ha catturato. In seguito contattò Amidala e le disse se avrebbe liberato Grievous, avrebbe restituito Anakin in cambio. Amidala accettò la richiesta del Conte e liberò Grievous e, a sua volta, Dooku rilasciò Anakin ei Separatisti lasciarono Naboo. Più tardi, Dooku incontrò la razza Zygerriana, che era alleata con i Separatisti fin dall'inizio e stavano cercando di ricostruire il loro impero schiavo dopo che fu annientato dai Jedi prima della guerra.

Più tardi, Dooku e gli Zygerriani si recarono sul pianeta Kiros e fecero un accordo con i coloni Togrutan per proteggerli per il resto della guerra, e Dooku promise ai coloni un "temporaneo rifugio sicuro" fino alla fine della guerra. I Separatisti procedettero quindi a rapire tutti i coloni e imbarcarli su navi slave schiaviste che trasportavano i coloni in schiavitù sul pianeta Zygerria dove la regina zigerriana Miraj Scintel stava progettando un'asta di schiavi reali. Dooku lasciò uno schiavista di Zygerrian e Darts D'Nar, i Separatisti, responsabili dei suoi droidi su Kiros. D'Nar procedette a piantare bombe in tutto il villaggio e collegò le ultime due insieme in modo da scattare se l'altra fosse stata manomessa. Più tardi, le forze della Repubblica arrivarono per salvare i coloni inutilmente, ma sconfissero facilmente la maggior parte dei droidi di D'Nar, spingendolo a contattare Obi-Wan per concordare i termini della resa. Mentre negoziava la resa con Obi-Wan, Dooku ordinò a D'Nar di uccidere Obi-Wan e terminò la trasmissione. Obi, Wan ha sottomesso per poco D'Nar mentre Anakin e Ahsoka hanno disattivato le bombe.

D'Nar poi procedette a fuggire nella sua nave fino a Zygerria, ma uno dei motori della nave fu disattivato da Anakin e Anakin e Ahsoka catturarono D'Nar e lo costrinsero a rivelare la posizione dei coloni. Successivamente, Dooku fu informato che Anakin, Obi-Wan e il comandante del clone Rex si infiltrarono nella Zygerria travestiti da schiavisti di Zygerrian e che Ahsoka era camuffato da schiavo. Anakin tenne Scintel occupato mentre Rx e Obi-Wan cercavano di liberare i coloni, ma furono catturati. Anche Ahsoka fu catturato, ma Scintel mantenne Anakin come suo servitore mentre Obi-Wan, Rex ei coloni furono trasferiti sul pianeta Kadavo. Dopo essere stato informato di questo, Dooku si è recato in Zygerria per parlare con Scintel. Una volta lì, Scintel disse a Dooku che manteneva Anakin viva perché credeva che fosse un servo prezioso e rivelò che Obi-Wan avrebbe presto capito che non poteva più aiutare i coloni e far sì che il suo spirito sprofondasse in servitù e raccontò a Dooku del vantaggio di avere un esercito di Jedi schiavizzati al suo comando.

Tuttavia, Dooku rivelò alla regina che non aveva alcun desiderio di schiavizzare Jedi, ma li eseguì e ordinò di convocare Anakin e ucciderlo, ma lei rifiutò e il primo ministro Antai Motec la tradì e la forza di Dooku la soffocò prima che Anakin intervenisse usando uno shock frusta, ma non poteva competere con Dooku e fuggì dal palazzo con uno Scintel morente per riorganizzarsi con un Ahsoka liberato. Successivamente, Dooku contattò il portiere Arguss di stanza a Kadavo e ordinò l'esecuzione di Obi-Wan e terminò la trasmissione proprio quando arrivarono Anakin, Ahsoka e i rinforzi della Repubblica.

Durante la battaglia, i piani di Dooku di schiavizzare i coloni fallirono e i coloni furono liberati da Ahsoka e Rex uccisero Arguss e Anakin e Obi-Wan e il resto della Repubblica fuggì proprio mentre la struttura esplodeva. Più tardi, Dooku ha detto al creatore operativo e criminale del Separatista Moralo Eval di orchestrare un piano per rapire e uccidere il Cancelliere Palpatine su Coruscant. Durante il piano, Eval assunse il cacciatore di taglie Cad Bane per aiutarlo a portare a termine il suo piano. Alla fine, le forze della Repubblica rintracciarono e catturarono Eval e lo incarcerarono, ma Palpatine e la Repubblica credevano che il tentativo sulla sua vita fosse ancora in vigore.

Bane fu anche incarcerato qualche tempo dopo. In risposta, il consiglio Jedi aveva travestito Obi-Wan mentre l'assassino Rako Hardeen si infiltrava nella prigione in cui Eval era detenuto nella speranza di ottenere informazioni sui piani di Eval. Dopo aver guadagnato la loro fiducia, Obi-Wan, Bane ed Eval scapparono dalla prigione e fuggirono a Nal Hutta, dove acquistarono una nave e nuove armi e contattarono Dooku, che era frustrato dal fatto che Eval fosse in ritardo all'incontro a Serreno. Eval ha detto a Dooku che sarebbe tornato in ritardo e ha finito la trasmissione. Alla fine, Eval, Bane e Obi-Wan scapparono da Nal Hutta e furono inseguiti per breve tempo da Anakin e Ahsoka, che non erano a conoscenza della missione segreta di Obi-Wan, ma il trio li perse. Dopo essere atterrato a Serrano, Dooku salutò il trio e ordinò a Eval di preparare la scatola, una struttura di addestramento che Eval inventò per testare un gruppo di undici cacciatori di taglie per rapire e assassinare Palpatine. Mentre i test andavano avanti, Dooku interrogò Eval su Hardeen e stava diventando sospettoso, al che lui rispose che "uccise" Obi-Wan. Alla fine, Bane, Obi-Wan e altri tre cacciatori di taglie sopravvissero e Dooku scelse Bane come capo dei cacciatori di taglie.

Il giorno seguente, Dooku informò i cacciatori di taglie sulla loro missione e diede loro i dispositivi olografici per mascherarsi da commando del senato. Dopo il briefing, Dooku, che era ancora diffidente nei confronti di Hardeen, suggerì di tenerlo d'occhio, cosa che il cacciatore di taglie accettò di fare. Obi-Wan ricevette l'ordine di beccare il cancelliere. Più tardi, Palpatine è arrivato a Naboo per la cerimonia della luce. Dopo che Obi-Wan ha dato il segnale a Windu per avvisarlo delle prescrizioni del cacciatore di taglie, Bane e i suoi uomini hanno attaccato e Obi-Wan ha iniziato ad assistere Windu e Anakin facendo cecchini i cacciatori di taglie, ma Bane e Eval sono riusciti a prendere in ostaggio Palpatine e sono fuggiti un velocista che si dirigeva verso il punto di rendevouz dove Dooku li avrebbe raggiunti, sebbene Obi-Wan si insinuasse in uno speeder. All'arrivo, Bane e Eval notarono che Dooku era assente. Invece, Dooku ha approfittato del caos e ha fatto scivolare un comlink nel caso di Obi-Wan per il blaster da cecchino per ascoltare Obi-Wan e alla fine ha scoperto che Rako Hardeen era Obi-Wan travestito.

Nel frattempo, Obi-Wan si è rivelato a Bane e Eval e ha salvato Palpatine, lasciando che il duo infuriato venisse arrestato da Windu e Anakin. Dopo il fallito tentativo della vita di Palpatine, Dooku attese Palpatine e Anakin nella sala da pranzo del palazzo accompagnati da due magnaguard, che scioccarono i Jedi e il cancelliere. Anakin ordinò a Palpatine di scappare, cosa che fece, ma un terzo magnaguard bloccò l'ingresso della sala da pranzo, impedendo la fuga del cancelliere e Dooku combatté Anakin. Alla fine, Anakin distrusse i magnaguard e guidò Dooku nel corridoio, dove Anakin prese lentamente il sopravvento, ma Dooku usò il suo fulmine per colpire Anakin per il momento, ma Obi-Wan (ancora travestito da Rako Hardeen) intervenne per aiutare Anakin. Anakin, con l'aiuto di Obi-Wan, riuscì a sopraffare e sconfiggere Dooku, ma Dooku salì a bordo della sua attesa Solar Sailer e alla fine scappò da Naboo. In seguito, i ribelli sul pianeta occupato da Separatista, Onderon, iniziarono a contrattaccare contro il loro re tirannico, Sanjay Rash. Dopo che i ribelli, guidati da Steela e suo fratello Saw, attaccarono la capitale Iziz con l'aiuto delle truppe repubblicane guidate da Anakin, Obi-Wan e Ahsoka, Rash contattò Dooku, chiedendo assistenza. Dooku accettò non solo di inviare altri droidi, ma di inviare il generale Kalani a guidarli.

Star Wars Episodio III: La vendetta dei SithModifica

Verso la fine della guerra, la Repubblica prese il sopravvento sui Separatisti. Alla fine, Grievous riuscì a catturare Palpatine con successo verso la fine della guerra, cosa che impressionò Dooku. Qualche tempo dopo il rapimento di Palpatine, Dooku lanciò un attacco a Coruscant con l'intenzione di conquistare la capitale e distruggere la Repubblica e governare la galassia una volta per tutte. All'arrivo, iniziò un'enorme battaglia tra la flotta di Dooku e la flotta della Repubblica che proteggeva Coruscant. Più tardi, Dooku intuì che Anakin e Obi-Wan erano saliti a bordo della nave per salvare Palpatine e Dooku lasciò Grievous a capo del ponte e se ne andò per affrontare i jedi.

Alla fine, Dooku trovò Anakin e Obi-Wan nella stanza in cui si trovava Palpatine e disse loro di non "fare casino davanti al cancelliere". Obi-Wan ha promesso che Dooku non sarebbe fuggito questa volta e il duo ha combattuto contro Dooku. Durante il combattimento, Anakin rivelò che i suoi poteri erano raddoppiati dalla loro ultima battaglia, alla quale un Dooku troppo sicuro di sé rispose "con il doppio dell'orgoglio, il doppio della caduta", e continuò il combattimento. Alla fine, Dooku ha sopraffatto Obi-Wan e Force lo ha spinto contro il muro, facendolo cadere in stato di incoscienza e costringendo Anakin a continuare il combattimento da solo. Quando Dooku ha insultato Anakin sulla possibile morte di Obi-Wan e dicendo ad Anakin che ha un senso di grande paura in lui e che ha sia rabbia che odio, ma non può usarli, Anakin si è infuriato e ha attaccato Dooku con grande ferocia, alla fine tagliando entrambe le mani del Signore dei Sith. Anakin quindi afferrò la spada laser di Dooku e impugnò la spada laser di entrambi e quella di Dooku alla gola di Dooku. Palpatine incoraggiò Anakin a uccidere Dooku sul posto; Inizialmente Anakin esitò, poiché non era il modo Jedi, ma Palpatine insistette fermamente. Senza più nulla da dire, Anakin decapitò Dooku, ponendo finalmente fine alla vita del tiranno.

Dopo che il cadavere di Dooku cadde a terra, Anakin quasi immediatamente espresse il rimpianto per la sua azione non-Jedi, ma Palpatine assicurò e si congratulò con Anakin, affermando che Dooku era troppo pericoloso per essere tenuto in vita.

banalitàModifica

  • Ogni nemico nei prequel di Star Wars prefigura un aspetto diverso di ciò che diventerà Anakin. Nel caso di Dooku, è il Jedi caduto che perde le sue braccia durante la battaglia.
    • Come il suo successore, entrambi furono messi da parte da Palpatine in favore di un altro potenziale apprendista (il Conte Dooku per Darth Vader e Darth Vader per Luke).
  • Dooku è anche apparso in innumerevoli set di Lego Star Wars dal 2002 al 2013, oltre ad apparire nei lego di Star Wars .