FANDOM


Cynric

Cynric è l'antagonista secondario nel film del 2004 King Arthur . È il figlio di Cerdic , il capo dei sassoni che invadono la Gran Bretagna. È interpretato da Til Schweiger, che ha anche interpretato Cagliostro .

StoriaModifica

ArrivoModifica

Cynric è uno dei leader dei sassoni che stanno invadendo le isole britanniche, rispondendo solo a suo padre, Cerdic. Insieme ad una vasta schiera, sono arrivati ​​nel deserto a nord del muro di Adriano.

Dopo essere atterrati sulla riva, i Sassoni saccheggiano un villaggio vicino. Uno dei soldati di Cerdic stupra una donna e viene rimproverato da Cerdic, poiché non devono innaffiare il loro sangue sassone mescolando con "queste persone". Quando l'uomo dice a Cerdic che secondo la legge sassone, nessuno può negargli il suo bottino, Cynric viene a difendere l'uomo, dicendo a suo padre che l'uomo ha ragione. Dopo aver ucciso il soldato, Cerdic cammina verso suo figlio e gli dice tranquillamente che se vuole sfidarlo, dovrebbe farlo con una spada in mano. Ricorda anche a Cynric che è il re e governerà finchè vive.

Cynric porta quindi un informatore davanti a Cerdic, il quale gli dice che il muro di Adriano è sorvegliato da Artorius Castus e dai suoi cavalieri, che si dice non siano mai stati sconfitti in battaglia. Dopo che l'uomo ha finito, Cerdic gli chiede perché dovrebbe fidarsi di lui, poiché è un traditore della sua stessa gente. Cynric ordina quindi al suo informatore di dire a Cerdic della villa romana nelle vicinanze. L'informatore dice a Cerdic che una famiglia con grande importanza per Roma vive nelle vicinanze. Cynric dice anche a suo padre che il loro riscatto potrebbe finanziare l'intera campagna di Sassoni. Cerdic lo riconosce e accetta di andare prima al villaggio. Parlano poi della loro strategia di battaglia contro i Romani. Cerdic progetta per Cynric per portare i suoi uomini nella villa, bruciando ogni villaggio e uccidendo tutti sulla sua strada. Progetta anche che Cynric tagli la ritirata dei Romani mentre Cerdic e l'esercito principale cadranno nel villaggio da nord.

Come ultimo incarico, Artù e i suoi cavalieri furono inviati per salvare la famiglia romana mentre uno dei membri della famiglia è Alecto, il figlioccio preferito del Papa e probabilmente "destinato a diventare Papa un giorno". Arrivano al villaggio e non portano solo la famiglia di Alecto, ma anche quella del villaggio, in quanto i sassoni uccideranno chiunque sulla loro strada. Tuttavia, poiché ora sono molte più persone che si aspettano e non hanno abbastanza cavalli, vengono rallentati. Quando arrivano Cerdic, Cynric e il loro esercito, trovano il villaggio abbandonato, la famiglia scomparsa. Trovano anche tracce vicino al villaggio, e alcuni sopravvissuti che dicono loro che sono stati Artù e i suoi cavalieri a prenderli. Per ottenere il ragazzo, Cerdic ordina a Cynric di portare i suoi uomini a est per trovare i cavalieri e prendere la famiglia mentre Cerdic porterà l'esercito principale a sud del muro di Adriano.

A caccia del gruppo di ArtùModifica

Cynric ei suoi uomini seguono il gruppo di rifugiati di Artù, guadagnando rapidamente su di loro poiché molti degli abitanti del villaggio sono deboli e feriti e le condizioni meteorologiche li stanno ulteriormente rallentando. Tuttavia, a causa di uno dei cavalieri di Artù che fa da esploratore, Tristan, Artù viene avvertito dei loro inseguitori. Alla fine, il gruppo di Artù è costretto ad attraversare un lago ghiacciato. Mentre sono in mezzo al lago, sentono i tamburi dei Sassoni, avvertendoli che gli uomini di Cynric sono vicini. Artù quindi manda gli abitanti del villaggio e Alecto a dirigersi verso la salvezza del muro di Adriano mentre Artù ei suoi uomini rimangono indietro per incontrare i Sassoni in battaglia, comprando il tempo dei profughi. Alla fine, i sassoni arrivano al lago ghiacciato. Cynric chiama un arciere in avanti per sparare una freccia contro i cavalieri, ma rapidamente vede che sono fuori portata. Artù chiama quindi i suoi cavalieri Bors e Tristan per restituire il fuoco ed i cavalieri sono effettivamente in grado di sparare ad alcuni degli uomini di Cynric.

Con nessun'altra opportunità, Cynric estrae la sua spada e guida i suoi uomini sul lago ghiacciato. Tuttavia, poiché sono costretti a camminare lentamente, Artù e i cavalieri sono in grado di ucciderne molti con i loro archi. Quando i sassoni si avvicinano, Artù si rende conto che il ghiaccio non si spezzerà e ordina ai suoi uomini di prepararsi per il combattimento. Consapevole del fatto che anche i cavalieri e gli abitanti del villaggio moriranno se i sassoni riusciranno a sfondare, uno degli uomini di Artù, Dagonet, afferra la sua ascia e corre verso i Sassoni. Percependo l'opportunità, Cynric dice ai suoi uomini di sparare a Dagonet, che ora ha raggiunto il centro del lago e sta affondando il suo piccone nel ghiaccio. Anche se gli uomini di Cynric sono in grado di uccidere Dagonet, il ghiaccio si rompe, causando grandi danni all'esercito di Cynric. Molti dei soldati di Cynric annegano nell'acqua ghiacciata, costringendo Cynric a ritirarsi. Cynric si unisce a vicenda con l'esercito principale e suo padre, che si prepara ad attaccare il muro di Adriano.

Battaglia di Badon HillModifica

Quando la battaglia inizia e Cedric vede i cavalieri di Artù dall'altra parte del muro, in attesa in lontananza, Cedric si rende conto che hanno un piano. Dice a Cynric di inviare ciò che resta della sua fanteria per affrontarli. Disgustato, Cynric osserva che Cerdic sta uccidendo i suoi uomini, ma Cerdic risponde furiosamente che sono i suoi uomini. Quando Cynric si unisce ai suoi uomini, Cerdic lo trattiene, chiedendo che suo figlio rimanga con lui. Prima che gli uomini di Cynric raggiungano il muro, Tristan lancia una freccia, uccidendo il traditore nascosto tra gli alberi. Inaspettatamente, i Sassoni sono in grado di attraversare il muro senza problemi, in quanto le porte vengono lasciate aperte. Tuttavia, una volta superati, sono inghiottiti in una nebbia causata dagli uomini di Artù che bruciano paglia accesa con catrame. Vengono poi annientati quando vengono colpiti dai Woad, che sono venuti per aiutare Artù nella difesa delle loro terre d'origine. Dal lato settentrionale, Cerdic, Cynric ei suoi uomini ascoltano solo le urla degli uomini morenti, poi il silenzio. Questo disturba visibilmente Cynric, ma Cerdic non mostra emozioni.

Cerdic conduce quindi l'esercito principale in battaglia. Una volta attraversate le porte, anche loro non vedono nemici, solo i cadaveri dei loro uomini caduti. Cerdic poi manda uno dei suoi luogotenenti sul fianco sinistro e ordina a Cynric di andare con lui. Gli uomini di Cynric vengono poi attaccati dai Woad, che sparano frecce infuocate contro di loro. I Woad quindi corrono verso di loro, incontrandoli in combattimento. Durante il combattimento, Cynric viene attaccato dal Woad Genevieve e si impegna in una brutale lotta con lei. È tuttavia aiutata da Lancillotto, che arriva in tempo per impedire a Cynric di eseguirla. La battaglia alla fine li separa entrambi dall'altro, ma Cynric usa questo per afferrare una balestra da un soldato caduto e spara Lancillotto nel petto. Tuttavia, mentre muore Lancillotto lancia la sua spada, impalando Cynric e uccidendolo.

GalleryModifica