FANDOM


Master Shen (Dragon Ball).jpg
L'Eremita della Gru (鶴仙人 Tsurusen'nin), noto come Condor nella versione italiana dell'anime, è un famoso esperto e maestro di arti marziali, in gioventù allievo del grande Mutaito assieme al Maestro Muten, che in seguito è divenuto il fondatore della Scuola della Tartaruga e perciò suo odiato rivale. Nel manga è il primo maestro di Jiaozi e Tenshinhan, nonchè fratello dello spietato killer internazionale Tao Pai Pai.

Storia Modifica

Gioventù Modifica

Il passato dell'Eremita della Gru viene accennato nel manga durante la Saga del Grande Mago Piccolo. Muten racconta che in passato, lui e l'Eremita della Gru, all'epoca buoni amici, erano i migliori allievi del grande Maestro Mutaito, che assistettero quando questi affrontò il Grande Mago Piccolo, che finì con l'essere sigillato in un thermos da Mutaito grazie alla Mafuba, una tecnica la cui esecuzione costò la vita al grande maestro. Secondo Muten, la morte di Mutaito cambiò profondamente l'Eremita della Gru, che da quel giorno non fu più lo stesso, diventando malvagio e pieno di rancore. Diverso tempo dopo, fondò una propria scuola di arti marziali, forse assieme al fratello minore Tao Pai Pai, che diviene ben presto acerrima rivale della Scuola della Tartaruga, fondata dal suo ex compagno di studi, Muten.

Il 22mo Torneo Tenkaichi Modifica

L'Eremita compare assieme ai due allievi, Jiaozi e Tenshinhan, all'apertura della 22ma edizione del Torneo Tenkaichi, incontrando il suo rivale Muten, col quale inizia subito a battibeccare. Jiaozi e Tenshinhan superano senza difficoltà le eliminatorie, così come gli allievi dell'Eremita della Tartaruga Son Goku, Crilin e Yamcha. Durante il primo incontro dei quarti di finale, è soddisfatto della vittoria di Tenshinhan, che sconfigge Yamcha rompendogli una gamba. Successivamente, mentre Jiaozi combatte con Crilin, il piccolo allievo della Gru usa l'Onda Dodonpa e Goku la riconosce come una tecnica usata anche da Tao Bai Bai, che rivela di aver sconfitto anni prima. Tenshinhan, scioccato, lo riferisce al suo maestro il quale, gonfio di rabbia nell'apprendere che il fratello è stato battuto da un'allievo di Muten, ordina a Jiaozi di uccidere Crilin, ma sarà proprio quat'ultimo, infine a prevalere, anche se con difficoltà.

Il successivo scontro di Tenshinhan avviene contro Muten, camuffato da Jack Chun. Durante lo scontro, Muten cerca di convincere Tenshinhan ad abbandonare la brutta strada sulla quale l'Eremita della Gru lo ha portato coi suoi insegnamenti. Questi, sentendo quei discorsi, capisce che Jack Chun è in realtà il suo vecchio rivale, e lo comunica mentalmente a Tenshinhan, che a questo punto sbalordisce l'avversario usando contro di lui l'Onda Kamehameha, che ha visto usare da Yamcha e che imparato a riprodurre subito. L'Onda lanciata da Tenshinhan viene deviata a fatica da Muten (anche perchè quat'ultimo temeva che qualche spettatore potesse rimanere ucciso), il quale, soddisfatto e allegro, si dichiara felice di aver constatato la forza di un così giovane combattente e scende dal ring, decretando la vittoria di Tenshinhan per abbandono dell'avversario. L'Eremita della Gru ridacchia della scelta, avendola male interpretata come dettata dalla paura del vecchio davanti alla forza di Tenshinhan. La finale si disputa quindi tra Tenshinhan e Goku, che l'Eremita della Gru vuol vedere morto per vendicare il fratello. Inaspettatamente, però, l'Eremita scopre che il ragazzino è il più dotato degli allievi di Muten, e che ha una forza pari a quella di Tenshinhan. Per facilitare le cose all'allievo, chiede a Jiaozi di usare il Chonoryoku su Goku, così che Tenshinhan possa ucciderlo senza fatica, il quale però si accorge del trucco e chiede all'amico di smetterla, volendo un'incontro leale. Quando Jiaozi obbedisce e Tenshinhan confessa di non voler più seguire le orme di Tao Bai Bai divenendo un killer, l'Eremita della Gru va su tutte le furie e prova ad uccidere Jiaozi. Muten però interviene, e colpisce il rivale con una Kamehameha che lo spedisce lontano dall'arena, salvando la vita di Jiaozi.

La Saga del Grande Mago Piccolo Modifica

L'Eremita della Gru appare dopo la sconfitta di Piccolo per mano di Goku, in un'episodio filler intitolato "Viaggio nel passato", collocato nel periodo in cui Goku cerca di sconfiggere Mr. Popo nel Santuario di Dio. L'assistente di Dio fa tornare nel passato Goku, che finisce nel periodo in cui Muten e l'Eremita della Gru erano giovani allievi di Mutaito. L'Eremita della Gru, sadico e violento come in vecchiaia, decide di chiedere ad una ragazza della quale Muten è innamorato di uscire con lui, rapendola quando ottiene un rifiuto. Quando Muten e Goku liberano l'ostaggio, l'Eremita li intrappola in un cerchio di fuoco, ma viene sconfitto dal ragazzo e in seguito rimproverato da Mutaito stesso, il quale gli intima di cambiare atteggiamento se vuole continuare a far parte della sua scuola, e gli fa ricominciare daccapo l'addestramento.

Il ritorno al 23mo Torneo Tenkaichi Modifica

Durante il torneo, l'Eremita della Gru riappare assieme al fratello Tao Bai Bai, che ha trovato e curato, costretto però a farlo trasformare in un letale cyborg, tanto le sue ferite erano gravi. I due fratelli partecipano al torneo per vendicarsi di Goku e Tenshinhan. Durante le eliminatorie, Tao Bai Bai sconfigge e ferisce gravemente Jiaozi, e durante i quarti di finale affronta direttamente Tenshinhan, dal quale viene però facilmente sconfitto e affidato, svenuto, all'Eremita della Gru, al quale Tenshinhan intima di non farsi più vedere.

Aspetto e personalità Modifica

L'Eremita della Gru appare come un'anziano lottatore, con degli occhiali da sole neri e un copricapo raffigurante la testa di una gru, che è simbolo della sua scuola di arti marziali. Essendo stato un compagno di studi di Muten, si capisce che è perlomeno suo coetaneo, e pertanto, all'epoca di Dragon Ball ha più di 250 anni. L'Eremita è un potente esperto di arti marziali, allievo del grande Maestro Mutaito, ma che a differenza di quest'ultimo e del suo vecchio compagno di studi Muten, ha un carattere sadico, crudele e privo di scrupoli. Secondo Muten, in gioventù l'Eremita della Gru non era così malvagio (a differenza però di quanto si vede nel viaggio nel tempo di Goku, anche se essendo quello un'episodio filler, può non contare come fonte ufficiale), ma che rimase sconvolto dalla morte di Mutaito dopo lo scontro col Grande Mago Piccolo, diventando più cupo e pieno di rabbia. Si direbbe un'uomo disposto a tutto pur di ottenere ciò che vuole, e dinnanzi al rifiuto di Jiaozi di obbedirgli, non esita a cercare di ucciderlo.

Poteri ed abilità Modifica

L'Eremita della Gru, come il suo rivale Eremita della Tartaruga, è un esperto combattente e dispone di diverse tenciche combattive.

  • Bukujutsu, o Tecnica del Volo. Tramite il controllo del ki, l'Eremita della Gru è in grado di volare. Secondo Muten, è la tecnica più emblematica della Scuola della Gru.
  • Onda Dodonpa. E' stata sviluppata proprio dall'Eremita, che ne ha fatto il simbolo della sua scuola (analogamente all'Onda Kamehameha per la Scuola della Tartaruga). Si tratta di un potente raggio di energia concentrata e lanciata del dito indice della mano. Rispetto alla Kamehameha, è molto più potente e veloce, cosa che la rende difficile da scansare o evitare.
  • Telepatia. L'Eremita della Gru è in grado di comunicare con altre persone connetendo la sua mente alla loro. Usa questa capacità per istuire i propri allievi durante il 22mo Torneo Tenkaichi.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale