FANDOM


Cigar Girl - Profile

Giulietta da Vinci (alias Cigar Girl) è stata un assassino e un antagonista di supporto nel film di James Bond , The World is not Enough. Ha lavorato per Renard , che temeva profondamente. È stata interpretata dall'attrice italiana Maria Grazia Cucinotta.

BiografiaModifica

A Bilbao, in Spagna, James Bond incontra un banchiere svizzero per recuperare denaro appartenente a Sir Robert King, un magnate del petrolio britannico e amico di M. Giulietta entra nell'ufficio portando una scatola di sigari, che offre a Bond e al suo datore di lavoro (da qui il suo soprannome "Cigar Girl"). Su richiesta di Lachaise, la ragazza del sigaro consegna a Bond una ricevuta per i soldi, portando a un doppio senso riguardo alle sue figure.

Bond informa il banchiere che King stava acquistando un rapporto rubato da un agente dell'MI6 che era stato ucciso per questo. 007 vuole sapere chi lo ha ucciso. Il banchiere minaccia Bond, ma Bond supera le sue guardie del corpo e lo tiene sotto tiro. Prima che Lachaise possa rivelare il nome dell'assassino, viene ucciso da Giulietta - un coltello da lancio che sporge dalla sua nuca. Nel caos che ne deriva, sia Bond che la ragazza sigaro fuggono dall'edificio.

Tornando al quartier generale dell'MI6 a Londra, Bond restituisce i soldi a Sir Robert. Tuttavia, il denaro è in realtà una bomba di fertilizzanti che uccide King e fa saltare un buco nel muro dell'edificio. Attraverso i detriti, 007 trova Giulietta, che sta guardando l'edificio da una barca sul fiume. Spara alcuni colpi e poi scende a tutta velocità lungo il Tamigi, con Bond che insegue su una barca prototipo.

Dopo essere stata inseguita al Millennium Dome, l'assassino tenta di fuggire attraverso la mongolfiera. Aggrappato a una delle corde di ormeggio della mongolfiera, Bond offre la sua protezione dal suo vero datore di lavoro. Presa dal panico, si rifiuta, affermando che Bond non può proteggerla da lui. Ignorando le richieste di Bond, si suicida sparando al serbatoio del gas del velivolo, facendo esplodere la mongolfiera in un'enorme palla di fuoco.