FANDOM


“ L'era degli uomini è finita. Il tempo degli Orchi è arrivato. “

~ Gothmog

“ Spostatevi in città! Uccidete tutti sul vostro cammino! “

~ Gothmog al suo esercito

“ Rilasciate i prigionieri a loro. “

~ Gothmog a Guritz e l'armata degli orchi

Gothmog - Third Age

Gothmog è uno dei principali antagonisti di Il Signore degli Anelli: Il Ritorno del Re. È il capo che lavora per Sauron e combatte nella battaglia dei Campi di Pelennor, insieme al Re Stregone di Angmar , il luogotenente più fidato di Sauron. La razza di Gothmog è sconosciuta nei libri, ma si presume che in tutti i media sia un Orco.

È stato interpretato da Lawrence Makoare che ha anche interpretato Lurtz , il Re Stregone di Angmar e Bolg .

BiografiaModifica

Gothmog era il luogotenente del Re Stregone di Angmar nella Terza Era, da Minas Morgul, in particolare nella battaglia dei Campi del Pelennor. Assunse il controllo di tutti i circa 7000 Orchi in quella battaglia dopo che il Re Stregone fu ucciso da Eowyn e Merry. La razza di Gothmog è sconosciuta nei libri, ma si presume che in tutti i media sia un Orco o una persona imparentata. Viene menzionato solo una volta in Il Signore degli Anelli, nella battaglia dei campi di Pelennor, in seguito alla perdita del suo padrone: in risposta all'arrivo dei Rohirrim, chiamò la riserva dell'esercito da Osgiliath e nella battaglia principale, e portò gli estri, Southrons, Variags e troll-men "nella mischia".

Rappresentazione in adattamentiModifica

Nel film di Peter Jackson del 2003, Il Signore degli Anelli: Il Ritorno del Re, Gothmog è ritratto come un deforme orco-generale di Morannon con un braccio sinistro storpiato, e il suo ruolo è portato oltre la sua unica menzione nel terzo libro in cui ha svolto il ruolo di principale antagonista al fianco di Sauron , il Re Stregone , Gollum e Shelob .

Sebbene il suo nome non sia mai stato pronunciato a voce alta nel film, la merce con licenza ufficiale conferma che questo personaggio è destinato a rappresentare lo stesso Gothmog menzionato nel romanzo. Viene visto per la prima volta comandando gli Orchi che attraversano il fiume Anduin fino alla metà occidentale di Osgiliath, che era ancora detenuta dagli Uomini. Gothmog ordina il primo colpo sparato nella battaglia di Osgiliath. Nella battaglia, manda quella barca-legione di orchi attraverso il fiume Anduin in barca, mentre dopo la ritirata di Faramir una seconda legione entra nella città da Minas Morgul attraverso il ponte riparato sull'Anduin in Osgiliath che gli orchi dominano la metà orientale del la città era stata ricostruita.

Le truppe di Gondor si ritirarono, lasciandosi alle spalle i feriti, uno dei quali è Madril, il capitano dei ranger Ithilien gravemente ferito, che Gothmog uccide con un'altra lancia da orco, proclamando trionfalmente alle sue truppe che ora gli Orchi sarebbero saliti al potere sugli uomini . Il Re Stregone, arrivato da Minas Morgul, lo istruisce ad assaltare Minas Tirith usando tutte e quattro le legioni a sua disposizione. Gothmog chiede di Gandalf ma il Re Stregone risponde che lo spezzerà.

Quando Faramir cavalca con una piccola banda di cavalieri Gondor a cavallo, tentando di riprendere la città, Gothmog ordina ai suoi arcieri di sparare una raffica dalle rovine di Osgiliath che uccidono i cavalieri salvo Faramir. Una volta che le sue forze arrivano sui campi di Pelennor, ordina ai capi dei soldati morti di Osgiliath di essere lanciati dalle catapulte, di instillare la paura nei cuori dei soldati di Gondor e di abbassare il loro morale.

Gothmog inizia quindi a dirigere le operazioni di terra principali, dalle catapulte alle torri d'assedio. Si arrabbia quando le porte della città non si sposteranno, ordinando a Grond di farsi avanti per distruggerlo. Gothmog è quasi colpito a un certo punto da un enorme sasso lanciato da uno dei tanti trabucchi di Gondor, ma gli manca un piede di circa, spingendolo a schernire i suoi avversari sputandolo. I suoi luogotenenti sono Guritz, con il teschio sul casco, che sembrava essere il comandante d'assedio, e Murgash, un Uruk nero.

Gothmog's death

La morte di Gothmog nella lunga edizione di Il Ritorno del Re

Nella versione teatrale inaspettata, il destino di Gothmog non viene rivelato, visto che l'ultima volta si è visto allontanarsi dai Rohirrim in carica. Nell'edizione estesa, è dimostrato che è sopravvissuto all'assalto e duella Éowyn, che prende il sopravvento e ferisce una gamba. Gothmog crolla nel dolore poco prima che il Re Stregone arrivi sulla scena della battaglia. Éowyn riesce a distruggere il Re Stregone, ma viene ferita nel processo e gattona verso Merry.

A questo punto, Gothmog si alza, furioso per vendetta, e usa un'ascia per sostenersi mentre si avvicina a lei. Mentre si avvicina, scarta l'ascia e raccoglie una mazza, preparandosi a uccidere Éowyn una volta per tutte. Aragorn, ignaro del fatto che sta salvando qualcuno (o che Gothmog è l'Orco Comandante), si precipita dentro e taglia via il braccio di Gothmog. Gimli si precipita da dietro e colpisce Gothmog sul torso con la sua ascia, prima che Aragorn gli porga il colpo finale alle spalle, finendolo.

CuriositàModifica

  • È possibile che abbia ricevuto il nome dal Signore dei Balrog, il cui nome era anche Gothmog.