FANDOM


Jafar.jpg
Jafar (جعفر) è l'antagonista principale dei film Disney Aladdin e Il ritorno di Jafar. Gran Visir del sultano della cittadina di Agrabah, è anche un potente mago che mira alla conquista della città e del mondo intero; il personaggio è in parte ispirato a un visir veramente esistito, Ja'far bin Yahya Barmaki (767-803), e al malvagio stregone de La lampada magica di Aladino.

Nel suo status di genio assume un colore rossastro e una formidabile muscolatura, in netto contrasto col semplice Genio di Aladdin. In questo stato rispecchia la natura primitiva dei jinn islamici: personalità demoniaca, desiderosa di rovinare le vite altrui e diretto legame dal fuoco, dato che lo usa soprattutto per i suoi attacchi magici nonché per creare nel climax de Il ritorno di Jafar un enorme lago di lava. Ha una sorella, Nasira, anch'essa maestra nelle arti magiche e comparsa nel gioco Aladdin: La vendetta di Nasira.

Personalità Modifica

Jafar è uno dei cattivi disney più intelligente, lo dimostra il fatto che abbia un laboratorio pieno di macchinari realizzati, ovviamente, col materiale che si trovava a quei tempi. Inoltre è un uomo colto e raffinato ma, verso la fine del film, si dimostra come è in realtà: un tipo rozzo e violento.

Biografia Modifica

Aladdin Modifica

Jafar compare la prima volta nel film Disney Aladdin. Gran Visir di un bonario sultano, è inizialmente desideroso di usare una lampada magica rinchiusa nella Caverna delle Meraviglie, che consente solo ad una persona, il "Diamante allo stato grezzo", di entrare. Grazie ad uno strano macchinario e all'aiuto del suo pappagallo Iago, trova la persona con questo attributo, cioè Aladdin, e lo rinchiude nelle prigioni del palazzo reale; fa poi credere alla figlia del sultano, Jasmine, che lo aveva conosciuto poco tempo prima, che verrà giustiziato all'alba; fatto ciò si traveste da vecchietto e comparendo al giovane, gli racconta della caverna e dei suoi tesori. Insieme fuggono con un passaggio segreto e si dirigono verso l'ingresso; arrivato a destinazione, Jafar dirà ad Aladdin che una volta datagli la lampada, lo ricompenserà, in realtà, come visto successivamente, tenta di ucciderlo, ma fallisce nel suo intento, perdendo anche la lampada, che rimane nelle mani di Aladdin. Molto più avanti nel film, riconosce il ragazzo nei panni del Principe Alì Ababwa e ordina alle guardie di catturarlo ed eliminarlo; dopo poco tempo però Aladdin riesce a ritornare al palazzo del Sultano, ma Jafar gli ruba la lampada approfittando di un suo momento di distrazione ed esprime il desiderio di diventare "il più forte mago sulla Terra"; con i suoi nuovi poteri, fa ritornare in stracci il giovane e lo rimanda lontano dal palazzo;grazie al tappeto volante però, Aladdin ritorna al palazzo e combatte contro il mago ora divenuto un gigantesco cobra. Dopo uno scontro senza esclusione di colpi, Aladdin si ritrova nelle sue spire e gioca la sua ultima carta vincente: fa ricordare a Jafar che egli sarà sempre meno potente del Genio, poiché è stato lui che gli ha dato i poteri; di conseguenza, lo stregone esprime il suo ultimo desiderio, cioè divenire un "genio onnipotente" riuscendo così a superare i poteri della sua controparte; non chiedendo però la "libertà", viene risucchiato assieme a Iago nella sua lampada, che verrà poi spedita nel deserto.

Il ritorno di Jafar Modifica

In questo seguito, Jafar, grazie all'aiuto di un ladro di nome Abis Mal riesce ad uscire dalla sua prigione, anche se rimane dipendente da essa. Ritornato ad Agrabah grazie al suo nuovo padrone, si rivolge a Iago, il pappagallo che un tempo era il suo braccio destro e che poi finisce per abbandonarlo a causa di un'accesa discussione, facendolo passare momentaneamente dalla sua parte e cospirando nuovamente contro Aladdin, si presenta al Genio comparendo dal nulla e usando i suoi poteri estremamente superiori rispetto a quest'ultimo, lo rinchiude in una sfera magica; poi, lo stregone intrappola tutti i suoi amici, eccetto Aladdin, allora in missione col sultano, in una cella. Tornato al palazzo, Aladdin, senza il sultano, è accusato da Jasmine di averlo ucciso, e lo condanna a morte: l'esecuzione avverrà all'alba. In realtà era Jafar trasformato in Jasmine, e la vera principessa era ancora rinchiusa in cella. Poco prima che Aladdin venga giustiziato, Iago, da tempo divenuto buono, spezza il globo in cui è rinchiuso il Genio, permettendogli di salvare il giovane. Aladdin allora tenta di riappropriarsi della lampada di Jafar. Comincia così una battaglia, che vede Jafar ritornare genio e trasformare i giardini del palazzo in una mare di lava incandescente. Aladdin, aggrappato a un picco roccioso che sprofonda inesorabilmente nella lava, cerca in tutti i modi di raggiungere la lampada per distruggerla, ma senza successo; quando tutto sembra perduto, Iago, con i suoi ultimi sforzi prima di svenire, perché colpito da un incantesimo di Jafar, riesce e gettare la sua lampada nella lava, dove si fonde. Il perfido stregone, in un urlo di rabbia e agonia, svanisce per sempre.

Serie televisiva Modifica

Nella serie televisiva, Jafar non appare ma è spesso citato e nell'episodio 60 riappare il suo covo segreto dov'è custodita una pietra magica, l'Occhio di Cassim, in grado di trasformare tutti in fantasmi. Nello stesso episodio scopriamo che Jafar non era un tipo ordinato.

Hercules e le mille e una notte Modifica

Questo episodio, ambientato poco dopo la morte di Jafar, mostra quest'ultimo quando viene riportato in vita da Ade, con cui collabora per liberarsi di Aladdin. Viene inviato a combattere Hercules, ma tuttavia viene sconfitto con facilità e rispedito nell'Oltretomba. Poco dopo, in seguito all'attacco di Agrabah, Aladdin ed Hercules giungono nel regno di Ade, dove affrontano Jafar e distruggono il suo bastone ipnotizzatore. A questo punto, ormai privo di ogni potere, Jafar perde nuovamente la vita, stavolta definitivamente, scomparendo nell'Ade.

Poteri e abilità Modifica

Bastone ipnotizzatore Modifica

Jafar possiede un bastone con la testa da cobra con cui può ipnotizzare le persone (durante il film lo usa principalmente per soggiogare il sultano). Aladdin lo distrugge ma, quando Jafar esprime il desiderio di diventare uno stregone, viene ricreato dal Genio. Il bastone ricreato funge da bastone magico e l'unica differenza esteriore con quello precedente è che la testa di cobra ha la bocca spalancata. Ne Il ritorno di Jafar Iago dice di esser stato ipnotizzato dal bastone di Jafar mentre invece gli obbediva di sua spontanea volontà. Nella serie Hercules, il bastone viene distrutto da quest'ultimo durante lo scontro nell'oltretomba, poiché era tramite questo strumento incantato da Ade che lo stregone poteva rimanere in vita.

Stregone Modifica

Come secondo desiderio, Jafar decide di diventare lo stregone più potente al mondo. Dopo la trasformazione, l'aspetto di Jafar rimane praticamente invariato, eccetto per alcuni cambiamenti al vestiario. Divenuto stregone, Jafar ha la capacità di manipolare i movimenti delle persone, annullare gli incantesimi del Genio, sputare fuoco e trasformarsi in qualsiasi cosa egli voglia. Alla fine del film, infatti, prima di trasformarsi in genio si trasforma in un cobra gigante per fronteggiare Aladdin.

Genio Modifica

Come terzo e ultimo desiderio, Jafar desidera di essere il genio più potente del mondo, rendendo insignificanti i poteri del Genio (come dimostrato nel secondo film). Una volta trasformato, Jafar si trasforma in un genio rosso e muscoloso, molto diverso dal genio di Aladdin. In questo stadio può ingrandirsi a suo piacimento (nel primo film distrugge persino il tetto del palazzo del sultano), ma può anche riprendere la sua forma umana (come vediamo nel secondo film). I poteri di Jafar in questo film sono superiori a quelli del Genio, come viene sottolineato nel secondo film. Nonostante possieda svariati poteri, Jafar è comunque costretto a sottostare alle leggi del genio; quindi non può uccidere nessuno, non può resuscitare i morti e non può far innamorare qualcuno di qualcun altro. Con la distruzione della lampada, Jafar muore con essa alla fine del secondo film.

La Saga di Kingdom Hearts Modifica

Kingdom Hearts Modifica

Jafar KHREC.png

Jafar nella serie Kingdom Hearts

Nel noto videogioco, Jafar fa parte assieme ad altri cattivi Disney di un'organizzazione che vuole usare gli Heartless per conquistare i mondi e, per quanto gli riguarda, controllare la città di Agrabah. Rapisce la principessa Jasmine (una delle sette principesse del cuore) su ordine di Malefica. Riesce ad impadronirsi della lampada magica e chiede al genio di trovare la "serratura". A quel punto arrivano Sora, Paperino, Pippo e Aladdin con cui Jafar ingaggia una battaglia assistito dal genio (cui ha ordinato come secondo desiderio di annientare Sora e gli altri). Tuttavia Sora, Paperino, Pippo e Aladdin riescono a vincere la prima battaglia. Ma, Jafar con l'aiuto del genio decide di diventare a sua volta un Jinn, ma al termine di questo secondo scontro viene rinchiuso nella lampada da Sora.

Kingdom Hearts: Chain of Memories Modifica

Jafar riappare nella miniserie come una proiezione creata dai ricordi di Sora. In questo capitolo inganna Aladin dicendo che permetterà l'amicizia tra lui e e la principessa Jasmine solo se gli porterà la lampada, anche se dopo il ragazzo scopre che vi ci è nascosto un genio dentro. Iago ruba la lampada a Aladin e la porta a Jafar e allora il gran Visir esprime tre desideri: il primo è quello di imprigionare la principessa Jasmine, il secondo è quello di proteggerlo da Sora , Paperino, Pippo e Aladdin e il terzo è quelo di trasformarlo in genio dove trasporta Sora e i suoi compagni negli abissi della caverna delle meraviglie, ma poi viene rinchiuso nella lampada.

Kingdom Hearts 2 Modifica

Jafar (Genie) KHII.png

Jafar-Genio in Kingdom Hearts II

Nel sequel del gioco precedente, il potente mago tenta di essere risvegliare da Pietro Gambadilegno, ma senza successo. Sarà invece Abis Mal, il predone del film Il ritorno di Jafar a farlo ritornare attivo; ritornato fuori, costringe Iago ad attirare Sora e i suoi amici in una trappola, mentre lui va al palazzo reale. Viene però fermato in tempo da Sora, Paperino, Pippo e Aladin che erano riusciti a fuggire e quando il genio cerca di colpire Aladin, colpisce accidentalmente Iago. Trasformandosi nella sua vera forma di genio, lo sfida sopra i cieli di Agrabah, ma alla fine viene definitivamente distrutto.

Kingdom Hearts coded Modifica

In questo capitolo Jafar entra in possesso di una lampada finta in grado di controllare il tempo e si mette a combattere contro Sora, ma viene sconfitto e allora, per non essere raggiunto, fa una maledizione alla caverna delle meraviglie, però l'eroe del Keyblade lo raggiunge e Jafar (dopo che si è impossessato della vera lampada) si trasforma in un genio, ma viene sconfitto un'altra volta e definitivamente.

Curiosità Modifica

Jafar appare spesso nella serie TV House of Mouse e anche nei suoi speciali Il bianco Natale di Topolino e Topolino e i Cattivi Disney. In quest'ultimo, egli organizza uno scherzo a Topolino insieme a Capitan Uncino, Crudelia De Mon, Ade e Ursula per impossessarsi del Topoclub. Nel film natalizio, invece, sembra essere molto amico di Ade e Capitan Uncino. È apparso anche in un episodio della serie di Hercules, nel quale lui e Ade collaborano per liberarsi dei loro nemici (vedi sopra). Finora è l'unico cattivo Disney ad essere stato baciato da una principessa Disney. Nella puntata della serie di Hercules, in cui viene resuscitato da Ade, si dimostra un tipo sciocco. Per esempio istruisce Ade su come è la risata malvagia. Prima della canzone "Prince alì (reprise)" sono state ideate altre due canzoni per Jafar. Nella prima "Humiliate the boy" (Umiliamo il ragazzo) ordina al Genio di togliere ad Aladdin tutto quello che gli aveva dato, poi di far venire una tempesta ecc... .Questa idea fu abbandonata dai creatori quando decisero di limitare i desideri a tre. La seconda canzone, "Why me" (Perché proprio io), è simile a "Prince alì (reprise)" soltanto che la canzone inizia da prima che Jafar esprima il suo desiderio e la musica e il testo son diversi. I desideri dovrebbero essere solo tre ma Jafar, oltre che al desiderio di diventare sultano, poi stregone, poi genio, chiede anche di spostare il palazzo in cima a un monte.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale