FANDOM


« Janemba, Janemba! »

(Unica frase pronunciata, ripetuta in continuazione nella forma base)

Janemba 1.png
Janemba (ジャネンバ, Janenba), detto anche nei videogiochi il Demone Saike, è un personaggio della serie di manga e anime Dragon Ball. È l'antagonista di Goku e Vegeta ne "Il diabolico guerriero degli inferi", dodicesimo film tratto da Dragon Ball Z. La sua abilita nell'uso della spada e la tecnica della trasmissione istantanea unite alla sua micidiale forza fanno di Janemba uno dei nemici più forti e pericolosi di tutta la serie di Dragon Ball Z.

Aspetto e personalità Modifica

Janemba è un essere malvagio enorme, grasso, di colore giallognolo chiaro e dall'aria infantile che ripete in continuazione: "Janemba, Janemba", da cui il suo nome. Molto simile a Majin Bu, anche Janemba distrugge ogni cosa che trova sul suo cammino. Dopo essersi trasformato, il suo aspetto, così come la personalità, cambia radicalmente. Il diabolico guerriero infernale diventa molto alto e snello, dalla pelle di colore rosso intenso. Varie parti del suo corpo sono coperte da quelle che sembrerebbero placche, di colore viola chiaro, e una lunga coda rossa gli spunta dietro la schiena. La faccia, quasi sempre coperta da un ghigno malvagio, non ha naso. Due grosse corna viola completano infine l'aspetto del mostro. Anche se, rispetto al suo precedente aspetto sembri più intelligente, Janemba rimane lo stesso un essere apparentemente non senziente: l'unica parola che continua a pronunciare è sempre il suo nome. Nonostante tutto, da essere goffo e impacciato qual era, trasformatosi Janemba diventa incredibilmente violento e aggressivo, privo del benché minimo scrupolo nei confronti di son Goku e Vegeta, che lo affronteranno per eliminarlo.

Storia Modifica

Inizialmente il suo nome era Gasu, un giovane orco scansafatiche, impiegato al palazzo di Re Enma. A causa di un incidente, tutta la malvagità presente nelle anime si libera e viene trasformato nel demone Janemba che attacca il palazzo di Re Enma e libera tutti i defunti. Goku e Paikuhan giungono per fermarlo; mentre quest'ultimo cerca di salvare Re Enma, Janemba affronta Goku e nonostante all'inizio il demone sembri avere la meglio sul sayan nonostante quest'ultimo sia trasformato in Super Sayan 2 ma viene comunque sconfitto da Goku dopo essersi trasformato in Super Saiyan 3. Conscio di non poterlo battere, Janemba si trasforma raggiungendo il suo stadio completo diventando abbastanza forte da ribaltare le sorti dello scontro e trionfare. Riesce infatti a sconfiggere Goku nonostante sia trasformato in Super Sayan 3 e riuscendo a ferirlo gravemente a una spalla grazie alla sua spada. In seguito sconfigge Vegeta, giunto in soccorso del compagno. Alla fine di una dura lotta, Janemba viene sconfitto dal Super Saiyan Gogeta (fusione tra i due guerrieri Saiyan) e ritorna ad essere Gasu, il quale vedendo Gogeta si spaventa e fugge.

Tecniche Modifica

Nonostante Janemba insieme a Majin Bu sia il più potente avversario mai affrontato da Goku e Vegeta in quel di Dragon Ball Z, non possiede un vastissimo repertorio di mosse, come invece succede per gli altri nemici dell'anime. Di seguito le sue tecniche: Pioggia Luminosa: Janemba, con l'indice, traccia in aria una linea orizzontale da cui partono una serie di colpi energetici, ad effetto di pioggia (da qui il nome), che investono l'avversario ad una velocità devastante. Con questa tecnica Janemba rade al suolo la montagna di aculei dove si erano nascosti Goku e Vegeta per riposarsi. Colpo di Mascella: Janemba lancia un raggio di energia devastante dalla bocca. Questa mossa non è una mossa tipica del personaggio e viene utilizzata da molti nemici in Dragon Ball. Devia-colpi dimensionale: Utilizzata principalmente quando Janemba era ancora grasso, questa tecnica consiste nel creare dalle mani uno o più varchi dimensionali che, attraversati da ogni sorta di attacco (dai pugni agli attacchi energetici), possono colpire l'avversario alle spalle o addirittura rinviargli i suoi stessi attacchi. Una tecnica molto efficace: nel suo primo scontro con Goku, quando questo lo attacca con una Kamehameha, riesce a teletrasportarlo sulla sua mano e a farlo tornare al suo posto in pochi secondi. Teletrasporto materiale: Janemba si scompone in piccole parti cubiche nel momento in cui sta per venire colpito evitando così l'attacco avversario. Dopo di che si ricompone a velocità elevata e coglie di sorpresa l'avversario. Tuttavia Janemba non è invulnerabile mentre utilizza questa tecnica, infatti, Vegeta riesce a colpirlo con un colpo energetico proprio mentre si scomponeva a ripetizione costringendolo così a fermarsi. Spada dell'orco o Spada sanguinaria: La spada dell'orco non è esattamente una tecnica bensì un'arma: è una spada dalla lama lunga e rossa che, ad ogni fendente, emette delle onde invisibili a forma di linea che sono in grado di tagliare in due qualsiasi cosa con cui vengano a contatto. Questa è probabilmente la cosa che ha messo di più in difficoltà Goku il quale, dapprima è riuscito a contenere la potenza distruttiva della spada, poi ne è stato ferito gravemente. Cannone Rapido: Tecnica utilizzata da Janemba unicamente nella sua forma grassa. Janemba spara da dei buchi posti sulla pancia delle moltitudini di sfere energetiche che provocano danni ingenti. Alterazione della realtà: Non un vero e proprio potere, ma una conseguenza della sua generazione: alla sua nascita l'aldilà viene messo in subbuglio, con strane forme che galleggiano nell'aria (e che intrappolano il palazzo di Re Enma), che il mostro sembra poter controllare, la solidificazione del "Lago di Sangue" (un lago che compare anche in alcune puntate dell'anime, tra le saghe di Cell e Majin Bu), e la rinascita di tutte le persone morte (tra cui Freezer, Vegeta e una caricatura di Adolf Hitler).

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale