FANDOM


“ Curioso. I tuoi amici sembrano essere piuttosto disperati, Jack. Forse non credono più che un raduno di pirati che litigano possa sconfiggere l'olandese volante. E così la disperazione porta al tradimento. E tu ed io non siamo estranei al tradimento, vero? “

~ Beckett a Jack Sparrow.

Beckett

Lord Cutler Beckett è l'antagonista secondario del film Disney in azione dal vivo Pirati dei Caraibi: La Maledizione del Forziere Fantasma e il principale antagonista del sequel del 2007, il sequel Pirati dei Caraibi: Ai Confini del Mondo. Può anche essere considerato il pesante di tutta la serie.

È un rappresentante della Compagnia delle Indie Orientali , che vuole uccidere tutti i pirati e controllare i mari trovando il cuore di Davy Jones e usandolo per manipolare Jones nel fare come comandano. Lui e Jack Sparrow hanno avuto incontri in passato che lasciano entrambi con incisioni permanenti sulla loro pelle. Beckett cerca di ottenere l'ordine nel nuovo mondo, e fa diventare la Gran Bretagna più potente.

È stato interpretato dall'attore vincitore del premio Ian Charleson, Tom Hollander , che ha anche interpretato Isaacs in Hanna.

StoriaModifica

Prima degli eventi di La Maledizione del Forziere Fantasma, Beckett ha iniziato a lavorare nella Compagnia delle Indie Orientali della Gran Bretagna in giovane età. Durante una missione per la Compagnia, fu catturato dai pirati guidati da Christophe-Julien de Rapièr. Fu torturato per diverse settimane, un'esperienza che lo lasciò con odio eterno per tutti i fuorilegge marittimi, prima che fosse riscattato dalla Compagnia. Nel corso degli anni è diventato direttore dell'EITC per l'Africa occidentale. Tredici anni prima degli eventi di La Maledizione del Forziere Fantasma, Beckett fornì a Jack Sparrow (che era sotto l'occupazione dell'EITC) con Wicked Wench per trasportare "un certo carico" sull'isola di New Avalon nelle Bahamas per il visconte superiore di Beckett. . Durante il viaggio, Sparrow scoprì che il carico era schiavi e li liberò sull'isola di Kerma, al largo della costa occidentale dell'Africa. Beckett si infuriò nell'apprendere l'azione di Sparrow. Beckett ordinò che Wicked Wench affondasse e ufficialmente marchiava Sparrow come un pirata.

La Maledizione del Forziere FantasmaModifica

Nel film, Cutler arrivò a Port Royal portando il mandato di cattura per Will Turner ed Elizabeth Swann mentre aiutavano un pirata di nome Jack Sparrow a fuggire dalla morte. Tuttavia, offrì a Turner e Swann un perdono reale in cambio della consegna della bussola di Sparrow, sebbene Beckett volesse solo usare la bussola per trovare il forziere dell'uomo morto, che possiede il cuore di Davy Jones come parte di Re Giorgio II Il vero piano per conquistare i Sette Mari e liberare il mondo da un consiglio dei pirati conosciuto come la Corte dei Fratelli.

Alla fine, James Norrington fu in grado di rubare il cuore di Jones e consegnarlo (insieme a Lettere di Marchio firmate) a Beckett, che nomina felicemente Norrington come Ammiraglio della Compagnia delle Indie Orientali. Con questo in mente, Beckett decide di impostare i suoi piani ulteriormente prendendo il controllo di Jones e del suo equipaggio non-morti.

Ai Confini del MondoModifica

Nel film, Beckett viene nominato rappresentante della compagnia dal Re, e viene dato il pieno controllo di un'intera armata della Marina britannica per annientare tutti i pirati dai Sette Mari. Usando l' olandese volante , Beckett manda fuori Jones e il suo equipaggio per abbattere molti pirati senza pietà, uccidendo molti pirati nel processo. Ha persino ucciso il padre di Elizabeth. Dopo un po ', Beckett fu persino in grado di ottenere la Perla Nera , con a bordo Sparrow. Beckett offre quindi un accordo a Sparrow: se quest'ultimo dovesse portare Beckett alla Corte dei Fratelli, avrebbe risparmiato la vita di Sparrow dal giudizio di Jones.

Tuttavia, Sparrow riesce a superare in astuzia Beckett e fuggire con la Perla Nera a rimorchio, ritardando abbastanza Beckett per Sparrow ad avvertire le ambizioni del Consiglio dei Fratelli di Beckett. A un certo punto, Will allarga l' olandese volante per stringere un accordo con Beckett e Jones. Successivamente, Jones, Beckett e Will si recano in un'isola dove incontrano Jack, Elizabeth e Hector Barbossa (il principale antagonista del primo film dei Pirati dei Caraibi, La Maledizione della Perla Nera). Elizabeth accetta di dare Jack a Beckett e Jones in cambio della libertà di Will, con grande disappunto di Jack. Beckett imposta Will gratis e Jones porta Jack all'estero. Durante l'incontro, Elizabeth dice anche a Beckett che morirà per aver ucciso suo padre. Con questo in mente, le squadre di Jack riescono a salire sull’Olandese Volante e pugnalare il cuore di Davy Jones, uccidendolo e liberando il suo equipaggio dal controllo di Jones e Beckett. La Perla Nera e l' Olandese Volante in seguito si confrontarono con Beckett sulla sua nave (nota come Endeavour ), sparando molti colpi. Rendendosi conto ora di aver perso, Beckett può solo guardare con orrore mentre rimane a bordo mentre l'equipaggio sopravvissuto è costretto a fuggire. Beckett scende lentamente le scale del ponte mentre la polveriera della Endeavour esplode, gettandolo fuori bordo e sulla bandiera galleggiante dell'EITC, a simboleggiare la sua morte. Con la morte di Beckett e Jones, l'armata si ritira nella sconfitta.

PersonalitàModifica

Dietro la sua eleganza e il suo modo, Cutler Beckett è un uomo freddo, spietato, arrogante, manipolatore e omicida. È incredibilmente, quasi stranamente calmo. Beckett parla con una voce incredibilmente rilassata, esprime raramente o mai la pazienza e ha un senso dell'umorismo sarcastico. Anche quando l' Olandese Volante e la Perla Nera hanno circondato la sua nave e hanno cominciato a sparare, è comunque riuscito a mantenere un livello di testa, anche se questo potrebbe essere dovuto allo shock.

Beckett può venire fuori come una persona sempre più xenofoba e magistrale, disprezzava i pirati e cercava di sradicarli dai Caraibi, da solo ha causato la morte di dozzine di pirati, anche alcuni di loro erano bambini. Beckett sembrava essere un completo megalomane, cercò di localizzare il forziere dell'uomo morto che contenesse quel cuore di Davy Jones in modo che potesse controllare la nave di Jones, l'Olandese Volante, e in tal modo avrebbe controllato i sette mari. Come accennato prima, Beckett è un grande manipolatore, contrarrà o addirittura ricatterà qualcuno a suo vantaggio, come ha fatto con Will Turner e Davy Jones. Tuttavia non avrebbe sempre seguito i suoi affari, come quando promise a Sao Feng la Perla Nera se Feng catturasse l'equipaggio della Perla, qualcosa che non avrebbe mai onorato.

Dopo aver ottenuto il controllo del forziere dell'uomo morto, Beckett sembra aver sviluppato paranoia e credeva che il suo nuovo servo Davy Jones sarebbe stato il suo animale domestico, il Kraken su di lui e questo chiese a Jones di uccidere il mostro e poi uccidere il Governatore Swann nel caso avesse mai scoperto il vero significato del forziere dell'uomo morto. Beckett si rivela piuttosto autoritario e fiducioso, forse anche troppo sicuro di sé ed egoista, e non ha mai dubitato della sua flotta e, date le sue dimensioni e il suo numero, questo era giustificato.

Beckett non era né un uomo religioso né credeva in Dio, che a quei tempi era strano per gli uomini e rifiutava di diventare sacerdote. All'età di otto anni, Beckett era un ragazzo molto intelligente e precedeva tutti i bambini della sua classe; come diciottenne, era estremamente ben informato e competente, e conosceva bene il funzionamento di Isaac Newton; come un uomo adulto, Beckett possedeva grandi capacità che lo aiutano a gestire la Compagnia delle Indie Orientali. È anche estremamente accondiscendente, ossequioso, manipolativo e gentile, quindi userà tutti i mezzi necessari per ottenere ciò che vuole, ed è molto deferente ed educato.

CuriositàModifica

  • Beckett è il primo cattivo di pura malvagità nel franchise Pirati dei Caraibi, seguito da Barbanera , il principale antagonista del quarto film, Pirati dei Caraibi: Oltre i Confini del Mare.
  • È anche il primo cattivo della serie che non è un pirata, seguito da Armando Salazar del quinto film La Vendetta di Salazar, pubblicato dieci anni dopo Ai Confini del Mondo.