FANDOM


Scar

Scar è l'antagonista principale del film d'animazione Disney del 1994 Il re leone. È il fratello malvagio di Mufasa e complotta per la conquista del titolo di re della Savana. Fisicamente è riconoscibile da una folta criniera nera, la pelliccia color arancio scuro e una lunga cicatrice sul muso. È molto magro e fornisce l'idea di un animale insano, in contrasto con l'aspetto del fratello fisicamente ben più dotato. Nelle sue trame di potere è aiutato dalle iene, specialmente tre di loro, una più stramba dell'altra: Shenzi, Banzai e Ed. Tullio Solenghi è l'attore che gli dà voce nel doppiaggio italiano.

Profilo psicologicoModifica

Si tratta di una delle più curate e quindi più riuscite figure di "cattivo" nei classici Disney. Non essendo stato particolarmente dotato dalla natura nella sua fisicità leonina Scar è un personaggio subdolo che usa l'intelligenza e l'astuzia nel comprendere i sentimenti (in questo caso) degli animali per volgere a proprio favore le situazioni e mettere gli uni contro gli altri o accattivarsi le simpatie di qualcuno.Come tutti i malvagi è destinato a soccombere al bene. La sua funzione ultima all'interno del film è quella di veicolare un sentimento di attenzione e repulsione nei giovani spettatori verso le persone che ammaliano e mentono per loschi secondi fini.Per la figura di Scar, gli sceneggiatori della Disney hanno preso elementi da opere come l'Amleto, e sono inoltre visibili molti riferimenti ai dittatori del ventesimo secolo:Durante una scena, un'armata di iene sfila in marcia militare davanti al malvagio leone, come l'esercito tedesco faceva per Adolf Hitler. Prima ancora, Scar aveva promesso alle iene: seguitemi e non soffrirete più la fame!. Sono parole simili a quelle del dittatore Josif Stalin.

ApparizioniModifica

Il re leoneModifica

Il personaggio Disney compare per la prima volta in Il re leone alla conclusione della cerimonia di presentazione di Simba agli animali della savana. Simba è il figlio di Mufasa, fratello di Scar e attuale re. Con la nascita del cucciolo Scar perde il diritto alla successione al trono e, roso dall'invidia, complotta per uccidere suo fratello e il cucciolo. Un primo agguato a Simba avviene nel cimitero degli elefanti in cui il cucciolo e Nala, la sua amica di giochi, si erano avventurati. La trappola fallisce grazie a Zazu e Mufasa. Scar allora architetta un nuovo piano, ancora più subdolo. Incarica delle iene a terrorizzare un'intera mandria di gnu e spingerle in una valle nella quale Scar con l'inganno ha condotto Simba. Il vero obiettivo è Mufasa e Scar riesce ad uccidere il fratello maggiore accorso a salvare il figlio. La causa della morte del padre ricade sull'inconsapevole cucciolo che, terrorizzato da quanto avvenuto, scappa lontano dalle "Terre del Branco". Credendolo morto, il malvagio Scar dopo aver sbrigativamente compianto il fratello si proclama il nuovo re e proclama ai sudditi che d'ora in poi inizierà una nuova era nella quale leoni e iene lavoreranno insieme per costruire un grande e glorioso futuro. La realtà sarà invece ben diversa e anziché amministrare equamente l'equilibrio della savana Scar causa in pochi anni una terribile carestia di cibo. Anni dopo, Simba sviluppato nel fisico e maturato nella mente, torna nella valle per superare il peso degli avvenimenti passati. Al suo arrivo però Scar, nuovamente con l'inganno, lo spinge a rivelare al branco dei leoni che la causa della morte del padre fu lui, come erroneamente crede. Scar, sostenuto dalle iene ora attenta alla vita del nipote. All'apice dell'ultima sua malvagia azione Scar compie l'imprudenza di rivelare al solo Simba la verità: Anch'io ho un piccolo segreto: io ho ucciso Mufasa! (l'allora il cucciolo Simba, intento a cercare scampo dalla mandria impazzita, non poteva vedere quello che accadde) e ora sta per uccidere anche lui. Simba infuriato ribalta la situazione e lo costringe a rivelare a tutti l'inganno e l'assassinio. Dopo un feroce scontro in cui si affrontano anche le leonesse e le iene, Scar e le iene sono presto sconfitte. Simba è il nuovo e legittimo re della valle. Scar, dopo aver come ultima risorsa cercato di salvarsi dando la colpa alle iene, viene ucciso da queste.

Il re leone II: il regno di SimbaModifica

Nel successivo film, la figura di Scar viene soltanto menzionata e compare brevemente come riflesso nell'acqua. Secondo la storia, Scar, durante gli anni in cui era al potere, avrebbe scelto il prescelto per continuare la sua stirpe. Il cucciolo da lui scelto è Kovu, che inaspettatamente stringe amicizia con Kiara), la figlia di Simba e Nala. L'ombra di Scar, comunque, aleggia per tutto il film, facendo credere, per breve tempo, allo stesso Kovu di essere diventato come lui. In realtà, il giovane leone si distaccherà dalla sua figura e riuscirà a compiere le sue scelte, indipendentemente dalle influenze di Scar.

Il re leone III: Hakuna MatataModifica

Nel terzo film, come Mufasa, Scar appare a metà e non fa nessun dialogo.

Kingdom Hearts 2Modifica

Nel videogioco del 2006, il mondo del Re Leone è agli estremi confini del Mappamondo sotto il nome di Terre del Branco, mondo opzionale, dove si rivivono alcune scene del film, tra cui anche la morte di Mufasa. Il personaggio appare in alcuni momenti del gioco, ma possibile interagire con questi soltanto nell'incontro finale: i protagonisti, diventati a loro volta leoni, aiutati da Simba, devono combattere con lui per ristabilire la pace nelle Terre del Braco e riportare Simba al potere. Successivamente Scar riapparirà come fantasma, senza però interagire con il giocatore, in alcuni livelli (parallelamente a quello che succede in Il re leone II: il regno di Simba).

Le tre ieneModifica

Come detto nei paragrafi precedenti, nella sua scalata alla vetta della Rupe dei Re il perfido Scar è aiutato da un grande branco di iene, molto più numeroso dei leoni, come si può vedere nella sfilata che fanno davanti a Scar. In rilevanza rispetto alle altre, compare un trio formato da Shenzi, Banzai ed Ed.

  • Shenzi: è l'unica femmina, che comanda sugli altri due: infatti, nella società delle iene, le femmine sono al vertice. Sul suo capo si nota un ciuffo che la distingue donandole un tocco di femminilità. Le labbra sottili e nere, nonché la stessa voce nel doppiaggio italiano la fanno somigliare impressionantemente all'attrice statunitense Whoopi Goldberg. Shenzi è il capo e anche l'unica iena che tratta con Scar. Il trio tende un primo agguato a Simba, Nala e Zazu nel cimitero degli elefanti e in quell'occasione Shenzi viene leggermente ferita dal futuro Re; in un secondo episodio sarà ferita dal facocero Pumbaa.
  • Banzai: uno dei due maschi del trio. È anche il personaggio più "sfortunato", viene infatti ferito ben tre volte nel corso del film Il re leone: prima da Mufasa nel cimitero degli elefanti; subito dopo mentre insegue Simba, finisce in una foresta di spine; infine è malmenato da Pumbaa. In quell'occasione a causa di una frase rivolta a Pumbaa: "Ehi! Chi è quel maiale?" che provoca la rabbia del facocero, che pretende di essere chiamato "Signor Maiale".
  • Ed: il secondo maschio del trio è anche il più stupido e innocuo. Incarnando appieno l'appellativo affibiato alla iena ridens ride per ogni nunnulla, soprattutto delle disgrazie che capitano al compagno Banzai.

Le tre iene, al pari di altri personaggi del film, sono caratterizzate fisicamente in maniera piuttosto insolita, prendendo "a prestito" le caratteristiche di diverse specie animali. Nonostante, infatti, l'apparenza generale sia quella della Iena macchiata (Crocuta crocuta), alcune caratteristiche, quali la lunga criniera e le grandi orecchie membranose, sembrano piuttosto mutuate da un'altra specie di iena, la Iena striata (Hyaena hyaena). Questo bizzarro trio compare anche in alcune puntate della serie TV su Timon e Pumbaa. Nel videogioco Kingdom Hearts II il trio compare spesso nella missione dei protagonisti nel mondo, e in particolare ci sono 2 combattimenti nei 2 episodi: nel primo, i felini vogliono mangiare Timon e Pumbaa nella tana del Re, ostacolando Sora, Paperino e Pippo nell'inseguimento a Scar; nel secondo scontro, che avviene nel vasto cimitero degli elefanti, il quartetto degli eroi vuole avere informazioni sullo spettro di Scar. In entrambi i casi bisogna sconfiggere tutte e 3 le iene, dotate ognuna di una propria barra della vita. Questo trio potrebbe rappresentare un velato omaggio ai cattivi delle serie d'animazione giapponese Time Bokan, essendo composto da una femmina che comanda sugli altri due componenti, un maschio saccente ed un altro piuttosto stupido.

CuriositàModifica

  • Il vero nome di Scar è Taka (traducibile in "spazzatura"). Il nome che porta nel film è dovuto alla sua cicatrice sull'occhio sinistro, che si procurò da adolescente in seguito ad un litigio con una mandria di bufali. "Scar" in inglese significa appunto cicatrice.
  • Scar fa una breve apparizione in Hercules, come Leone nemeo, la cui pelle è indossata da Ercole nella scena della villa.
  • Secondo alcune fonti, sembra che il personaggio di Scar possa rappresentare una vaga citazione a Tony Montana, il gangster interpretato da Al Pacino nel film Scarface, la somiglianza è da ricercarsi nella bramosia di potere tra i due(che li porterà inevitabilmente alla morte), e nella cicatrice sul sopracciglio sinistro.
  • Quasi sicuramente, per il personaggio di Ade, cattivo di Hercules, i creatori si sono ispirati a Scar (entrambi sono fratelli dei padri dei protagonisti e vogliono rubare il trono), creando però in questo caso una figura più comica.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.