FANDOM


Tambourine01

Tamburello o Tamberin (タンバリン Tanbarin?) è il secondo figlio del Grande Mago Piccolo. Viene introdotto nel 136° capitolo di Dragon Ball, corrispondente al 102° episodio dell'adattamento animato. Ha l'aspetto di un umano con una bocca larga, senza naso, con le orecchie appuntite, ali di pipistrello sulla schiena, la pelle coperta di squame verdi e una cresta verde sulla testa. È stato creato (in un momento non mostrato) per uccidere i combattenti che hanno partecipato agli scorsi Tornei Tenkaichi. Per adempiere al suo scopo ruba l'elenco degli iscritti al torneo dei dieci anni precedenti, uccidendo Crilin che aveva tentato di fermarlo. Son Goku lo insegue ma, a causa della stanchezza dovuta all'appena concluso torneo, viene facilmente sconfitto. Uccide alcuni combattenti, tra cui Nam e Giran e nell'anime anche Re Chapa, Pamput, Bacterian e l'Uomo Lupo. Viene poi informato da Piccolo della morte di Cembalo; gli viene così ordinato di vendicare il compagno. Nell'anime questo evento avviene proprio quando Tamburello stava combattendo contro Yamcha, scontro non portato a termine proprio per il ritiro del demone, un attimo prima di dare a Yamcha il colpo di grazia. Giunto sul luogo in cui Cembalo è stato ucciso, Tamburello affronta nuovamente Goku, ma viene sconfitto dal Saiyan, ora in piene forze, dopo un breve scontro, con una Kamehameha che lo disintegra. Tamburello è il primo avversario che Goku uccide. Il suo livello di combattimento è 160. Può volare, grazie alle sue ali ed è in grado di effettuare attacchi col Ki, come un raggio energetico sparato dalla bocca (l'unico attacco ad aver causato la distruzione della Nuvola d'Oro) e possiede la telecinesi. La sua tecnica più forte consiste nel concentrare l'aura nella mano destra e sferrare un potente attacco perforante. Inoltre si dimostra anche molto forte nei combattimenti ravvicinati; riesce infatti a distruggere la tecnica Spaghetto Catarroso di Giran, che lo teneva imprigionato, con grande facilità.