FANDOM


TeeHeeJohnson

Tee Hee Johnson, o semplicemente Tee Hee, è un cattivo nel film di James Bond e nel romanzo Live and Let Die. Nel romanzo, è un personaggio minore e lavora per Mr. Big. Nel film, è il brutale braccio destro del Dr. Kananga e l'antagonista secondario del film del 1973. È stato interpretato da Julius Harris.

Nel romanzoModifica

Nel romanzo prima del film, Johnson è uno dei tanti delinquenti di Mr. Big. A differenza del film, Tee Hee era uno scagnozzo con normale forza umana (cioè senza artiglio di metallo).

Quando Bond viene catturato da Mr. Big, viene torturato da Tee Hee. Su richiesta di Big, Tee-Hee rompe il mignolo della mano sinistra di Bond, ridacchiando tra sé mentre compie l'azione. Dopo che si rompe, è riluttante a smettere di infliggere il dolore. Viene ucciso da Bond, quando entrano in una rissa, e Bond lo spinge alla morte in una scala in un edificio.

Nel filmModifica

Accompagna Kananga a New York. Dopo aver lasciato l'ambasciata, sono seguiti da Bond. Consapevole del fatto che Bond li sta seguendo, Kananga mette una trappola nel suo ristorante "Fillet of Soul". Attaccando Bond, lo catturano con l'aiuto di una botola nascosta. Bond viene accolto da tre servitori armati di Kananga, che viene travestito da boss della banda Mr. Big. Dopo che Bond ha parlato brevemente con la medium Solitaire di Kananga, Tee Hee entra nella stanza. Chiede a Solitaire se Bond è armato, cosa conferma Solitaire. Sapendo che non ha scelta, Bond apre la sua giacca, aspettandosi che Tee Hee prenda semplicemente la pistola. Tuttavia, Tee Hee afferra la pistola con l'artiglio di metallo che ha invece di un braccio destro e schiaccia la canna della pistola, rendendo impossibile per Bond usare ulteriormente l'arma. Con un grande sorriso, restituisce la pistola a Bond. Bond viene quindi portato davanti a Mr. Big, ma alla fine scappa.

Tornando a San Monique con Kananga, sono seguiti da Bond. Avvertito da Solitaire per l'arrivo di Bond, Kananga pone una trappola per Bond, con Tee Hee che lo aspetta alla fine, pronto ad uccidere. Tuttavia, l'agente di Kananga, Rosie Carver, viene invece ucciso.

Più tardi, Solitaire fa difetto alla parte di Bond. Mostra a Bond i campi di eroina di Kananga, che Tee Hee dice a Kananga.

Bond atterra in una stanza in cui viene salutato da Tee Hee, Mr. Big e Solitaire. Big gli dice che prendendo Solitaire con lui Bond ha rubato qualcosa di estremamente prezioso dal suo buon amico Kananga. Big poi dice a Bond che mentre ha dei piani con Bond, all'inizio c'è una domanda a cui deve rispondere Kananga. Bond replica che in quel caso Big dovette rispedirlo a San Monique, poiché Bond non avrebbe risposto ai lacchè. Anche se Big con rabbia chiede a Bond se ha toccato Solitaire, Bond afferma che risponderà a questa domanda solo a Kananga, con l'intenzione di guadagnare tempo.

Tuttavia, Big rivela se stesso come Kananga e dice a Bond il suo piano: regalare l'eroina gratuitamente per spacciare i concorrenti dagli affari e raddoppiare la quantità di tossicodipendenti, vendendo poi il resto dell'eroina per una fortuna.

Dopo aver rivelato il suo piano, torna alla sua domanda iniziale, se Bond fosse andato a letto con Solitaire. Quando Bond rifiuta di rispondere per gentilezza, Kananga intende scoprire un altro modo. Ha Tee Hee strappare via l'orologio di Bond, che Tee Hee porta poi a Kananga. Kananga poi dice a Tee Hee di tagliare il dito di Bond sulla prima risposta sbagliata di Solitaire, procedendo verso organi più vitali con ogni risposta sbagliata. Poi legge un numero di registrazione dalla parte posteriore dell'orologio di Bond e chiede a Solitaire se ha detto la verità. Solitaire, solo in grado di indovinare, dice a Kananga che ha detto la verità, e Kananga dice a Tee Hee di lasciar andare Bond, anche restituendogli l'orologio. Tuttavia, Bond viene messo fuori combattimento da Tee Hee e Kananga gli ordina di portare Bond alla fattoria.

Fattoria dei coccodrilliModifica

“ Ci sono due modi per disabilitare un coccodrillo, sai (ride). Beh, un modo è prendere una matita e inserirla nel buco sotto la pressione dietro i suoi occhi. Oh, l'altra è due volte più semplice. Gli metti la mano in bocca e tira fuori i denti! “

~ Tee Hee allegramente prende in giro Bond prima di lasciarlo essere mangiato dai coccodrilli.

Bond viene portato in una fattoria di coccodrilli, che Kananga usa anche per creare la sua eroina. Tee Hee porta Bond alle parti esterne, dove introduce Bond ai coccodrilli. Attira i coccodrilli più vicino alimentandoli, spiegando così a Bond la differenza tra coccodrilli e alligatori. Mostra anche a Bond l'alligatore che gli ha morso un braccio, inducendolo invece a indossare la sua protesi metallica.

Essendo arrivato su un'isola nel mezzo del lago infestato dai coccodrilli, Tee Hee lascia lì il resto della carne, oltre a Bond. Mentre il ponte di legno viene trascinato indietro dal suo scagnozzo, Tee Hee dice sarcasticamente a Bond che ci sono due modi per disabilitare un coccodrillo, piantare una matita nel foro di pressione dietro l'occhio di un coccodrillo o strappargli tutti i denti a mani nude. Ridendo allegramente, Tee Hee e lo scagnozzo tornano all'edificio, lasciando che Bond venga mangiato dai coccodrilli. Tuttavia, Bond fugge dall'isola usando il dorso del coccodrillo come un ponte di fortuna, saltando da dietro a dietro fino a raggiungere la salvezza. Per vendicarsi, Bond attira i coccodrilli verso l'edificio, creando una linea di carne da seguire per gli animali. Inoltre dà fuoco all'intero edificio. Tee Hee e la maggior parte degli scienziati all'interno fuggono dall'inferno e manda i suoi scagnozzi dopo Bond, il che si traduce in un inseguimento in barca attraverso le paludi della Louisiana. Alla fine, Bond sconfigge tutti i suoi inseguitori e scappa.

Lotta in treno con BondModifica

“ Mr. Bond. È bello rivederti. “

~ Tee Hee prima della sua ultima battaglia con Bond.

Durante l'attacco di Bond a San Monique, Tee Hee non è presente. Alla fine, Bond riesce a uccidere Kananga ea sventare i suoi piani malvagi. Dopo che l'ordine è stato ripristinato, Bond viaggia con Solitaire in treno, ignaro che Tee Hee si sia introdotto di nascosto sul treno. Di notte, mentre Solitaire è a letto, si avvicina a lei. Lei crede che lui sia Bond, con sua grande gioia. Quando il vero Bond entra nella stanza, Tee Hee rimette il letto nel muro, intrappolando Solitaire all'interno. Bond e Tee Hee si impegnano in un combattimento, che alla fine vincerà Bond usando delle pinze per tagliare un filo nell'artiglio di Tee Hee, il che lo rende incapace di riaprirlo. Tee Hee è ora intrappolato, con il suo artiglio chiuso intorno alla presa del finestrino del treno. Viene poi ucciso quando Bond lo solleva e lo butta fuori dalla finestra, strappando il braccio di metallo nel processo.

GalleryModifica